Discussione:
ricezione direttiva dei Poynting nell'etere
(troppo vecchio per rispondere)
m***@gmail.com
2018-03-11 23:03:30 UTC
Permalink
con più condensatori messi in serie

Nella disposizione in quadrato ed in quella in fila
Giorgio_84
2018-03-12 12:48:39 UTC
Permalink
Post by m***@gmail.com
con più condensatori messi in serie
http://youtu.be/Sb5SXAPKcGY
Nella disposizione in quadrato ed in quella in fila
Hai fatto solo delle antenne a loop con + freq. di risonanza senza
accorgerti, lo credo che acchiappa di tutto.
Giorgio
m***@gmail.com
2018-03-12 21:39:32 UTC
Permalink
Post by Giorgio_84
Post by m***@gmail.com
con più condensatori messi in serie
http://youtu.be/Sb5SXAPKcGY
Nella disposizione in quadrato ed in quella in fila
Hai fatto solo delle antenne a loop con + freq. di risonanza senza
accorgerti, lo credo che acchiappa di tutto.
Giorgio
Condensatori sono antenne ? Amplificate con un operazionale di qualche decina di KHz di banda???

Ma chi sei tu? Un mago?
m***@gmail.com
2018-03-12 21:48:42 UTC
Permalink
Post by m***@gmail.com
Post by Giorgio_84
Post by m***@gmail.com
con più condensatori messi in serie
http://youtu.be/Sb5SXAPKcGY
Nella disposizione in quadrato ed in quella in fila
Hai fatto solo delle antenne a loop con + freq. di risonanza senza
accorgerti, lo credo che acchiappa di tutto.
Giorgio
Condensatori sono antenne ? Amplificate con un operazionale di qualche decina di KHz di banda???
Ma chi sei tu? Un mago?
Ti dico che sono più di 10 anni che sperimento sull'etere... ti posso far leggere qualcosa riguardo a come sono arrivato a Poynting.
----------------------------------------------------------------------------
Scriveva Heaviside nel suo Electromagnetic Theory a proposito del flusso di Poynting :
“…Il prof. Poynting ed io siamo giunti a stabilire, congiuntamente ma indipendentemente , che … se W è il flusso di energia di un’onda elettromagnetica che si propaga nello spazio , esso è legato al campo elettrico E ed a quello magnetico H dalla relazione W = ∇ E H ... Il flusso di energia deriva dalla struttura intrinseca dell’etere. Esso è analogo all’azione di uno stress….”
Ed aggiungeva delle ipotesi:
(…) “ Ma l’unica analogia dinamica soddisfacente di questo stress è quella fornita da Sir W.Thomson di un etere rotazionale, interpretando E come un “torque” ed H come la velocità del medium, col risultato che ∇ E H sia il flusso di energia.
Aggiungendo: “ ma quest’analogia è difficile applicarla ai fenomeni elettromagnetici…”
Come si vede Heaviside parla di flusso di energia e non di vettore. Inoltre tenta di materializzare questa energia con un’analogia meccanica presa da Thomson: uno stress su un medium che chiama etere, ed una velocità in cui il flusso di energia abbia la stessa equazione. Ma non ne sembra convinto…
Cosa sia questo W sino a ieri era rimasta un mistero. Tanto che oggi i fisici lo chiamano semplicemente “vettore”, termine matematico e non concetto fisico.
Ho molto riflettuto su questo vettore. Intanto la definizione ottocentesca di forza (forcive) mi ha aiutato a chiarirlo. Una forza deve essere applicata a qualcosa: all’etere dice la fisica di allora Ma cosa sia l’etere nessuno lo sa , e tantomeno nell’Ottocento… Ma la prevista pressione di radiazione non è mai stata sperimentata.
Allora?
Ma la struttura intrinseca dell’etere, cioè la sua capacità di contenere energia sotto le due forme, magnetica ed elettrica, ci è nota. Quindi l’energia che secondoThomson provocherebbe un torque deve modificare l’etere in maniera non meccanica - non sono masse da spostare - quindi nei suoi coefficienti!
Del medium si conoscono solo la permeabilità μ e la permittenza ε . Che il Poynting evidentemente modifica.
Ed è là che viene trasferita l’energia, trovando una resistenza di radiazione
E/H = ε/μ = 377 Ω . Che è una costante universale. Pure questo concetto senza l’etere è insensato.
Il flusso di energia senza l’etere!
Soppresso l’ etere sparisce il significato del passo. Si giunge a dire che quell’energia va nei campi stessi… per crearli! Un non senso. (vedere la lezione del prof.Lewiss che mena il can per l’aja con passaggi circolari inutili di equazioni per concludere colla suddetta frase …). E’ un ragionamento circolare del tipo “c’è perché c’è”.
W è il risultato di un prodotto , simile ad EI.Una tensione che produce una corrente, non una corrente che produce una tensione, ma un’energia termica o cinetica
Esperimenti sull’etere.
Sin dal giorno che coi primi interferometri a microonde (nel 2008) mi accinsi ad indagare sull’etere comparando le fasi di una stessa onda diretta in direzioni diverse mi accorsi delle strane variazioni di quella che avrebbe dovuto essere la velocità. Brusche variazioni mentre l’apparecchio assolutamente immobile e sospeso elasticamente! Non potendo essere variazioni di velocità ho registrato queste strane variazioni per centinaia di giorni.
Inoltre osservai che malgrado fosse tutto contenuto in scatole metalliche, sentiva ogni transitorio elettrico e magnetico. Indifferente alle schermature.
Finchè un giorno mi sorse il dubbio: e che sia l’etere che viene agitato? Esso è onnipresente nello spazio…
Ed arrivai a Poynting.
Del medium si conoscono solo la permeabilità μ e la permittenza ε . Che il Poynting modifica.
Quindi una capacità o un’induttanza irradiate da un’onda devono cambiare di valore. Come infatti cambiano.
Ma ε/μ , resistenza di radiazione, devono cambiare assieme , ed è questo il rapporto che deve restare costante .
Giorgio_84
2018-03-13 13:03:59 UTC
Permalink
Post by m***@gmail.com
Del medium si conoscono solo la permeabilità μ e la permittenza ε . Che il Poynting modifica.
Quindi una capacità o un’induttanza irradiate da un’onda devono cambiare di valore. Come infatti cambiano.
Ma ε/μ , resistenza di radiazione, devono cambiare assieme , ed è questo il rapporto che deve restare costante .
Anche ε*μ =1/(c quadro) deve rimanere costante nel vuoto. Il che
implica in 2 passaggi matematici che singolarmente ognuno rimane costante.

I condensatori fanno da bypass a quelle freq. ecco perche' e' un'antenna
a "loop". Prova a metterci un cavo al loro posto e non cambia nulla.

Se accetti la mia sincera critica dovresti accettare anche qualche
suggerimento su come modificare il sistema che usi. Se mi dici che non
vuoi provarlo con modulazione in ampiezza con sinusoide in BF chiudo
e non proseguo altro in quanto se uno e' convinto e non segue i test ma
solo il suo dogma credo sia inutile perdita di tempo rapportarsi le idee.
Per capire dove va la potenza emessa da un'antenna che irradia, non e'
certo un mistero. Ti suggerisco di studiare la fisica del corpo nero e
troverai la risposta, con la conferma che l'energia e' emessa a quanti
(fotoni).

Giorgio
m***@gmail.com
2018-03-13 14:27:55 UTC
Permalink
Post by Giorgio_84
I condensatori fanno da bypass a quelle freq. ecco perche' e' un'antenna
a "loop". Prova a metterci un cavo al loro posto e non cambia nulla.
Proverò a fare un loop equivalente. Sono certo che non demodulerà nulla. Ma è facile da fare.
Post by Giorgio_84
Se accetti la mia sincera critica dovresti accettare anche qualche
suggerimento su come modificare il sistema che usi. Se mi dici che non
vuoi provarlo con modulazione in ampiezza con sinusoide in BF chiudo
e non proseguo altro in quanto se uno e' convinto e non segue i test ma
solo il suo dogma credo sia inutile perdita di tempo rapportarsi le idee.
Per capire dove va la potenza emessa da un'antenna che irradia, non e'
certo un mistero. Ti suggerisco di studiare la fisica del corpo nero e
troverai la risposta, con la conferma che l'energia e' emessa a quanti
(fotoni).
In radiofrequenza? In radio si dovrebbero chiamare "radioni": ma la quantistica nessuno mai l'ha introdotta a frequenze radio... a proposito fammi sapere qualcosa ... Aspetto il tuo trattato sui "radioni"...che non vedrò mai.

Corpo nero e quanti.
Io so che esistono DUE TEORIE anche per la luce. Il fatto che spieghino entrambe dei fenomeni, ma DIVERSI, non significa niente: l'una spiega nel macro l'altra nel micro - peraltro che nessuno può controllare se non con ipotesi - pone il problema se l'una o l'altra siano vere.

Il fotone fu un'idea di Einstein. Ma cosè il quanto? Planck scoprì che l'energia di un'onda è il prodotto dela frequenza per un costante, cioè la costante è il rapporto fra energia dell'onda e la sua frequenza.
Il fotone è perciò quel rapporto costante, non particella. Come il pigreco:adimensionale, un numero. Einstein era portato ciò...

La "quaatistica" non è roba di Planck, sennò non parlava di ONDE - che implicano l'oscillazione di un medium, l'etere di Maxwell; che lui rasojò col rasoio di Occam...(in vecchiaia però si pentiva)(cfr. Einstrein e l'etere di Kostro)

Io non ho studiato a scuola. PER FORTUNA.
SignalsReceived
2018-03-14 11:06:52 UTC
Permalink
Post by Giorgio_84
I condensatori fanno da bypass a quelle freq. ecco perche' e' un'antenna
a "loop". Prova a metterci un cavo al loro posto e non cambia nulla.
Proverò a fare un loop equivalente. Sono certo che non demodulerà nulla. Ma
Ú facile da fare.
Post by Giorgio_84
Se accetti la mia sincera critica dovresti accettare anche qualche
suggerimento su come modificare il sistema che usi. Se mi dici che non
vuoi provarlo con modulazione in ampiezza con sinusoide in BF chiudo
e non proseguo altro in quanto se uno e' convinto e non segue i test ma
solo il suo dogma credo sia inutile perdita di tempo rapportarsi le idee.
Per capire dove va la potenza emessa da un'antenna che irradia, non e'
certo un mistero. Ti suggerisco di studiare la fisica del corpo nero e
troverai la risposta, con la conferma che l'energia e' emessa a quanti
(fotoni).
In radiofrequenza? In radio si dovrebbero chiamare "radioni": ma la
quantistica nessuno mai l'ha introdotta a frequenze radio... a proposito fammi
sapere qualcosa ... Aspetto il tuo trattato sui "radioni"...che non vedrò mai.
Corpo nero e quanti.
Io so che esistono DUE TEORIE anche per la luce. Il fatto che spieghino
entrambe dei fenomeni, ma DIVERSI, non significa niente: l'una spiega nel macro
l'altra nel micro - peraltro che nessuno può controllare se non con ipotesi -
pone il problema se l'una o l'altra siano vere.
Il fotone fu un'idea di Einstein. Ma cosÚ il quanto? Planck scoprì che
l'energia di un'onda Ú il prodotto dela frequenza per un costante, cioÚ la
costante Ú il rapporto fra energia dell'onda e la sua frequenza.
Il fotone Ú perciò quel rapporto costante, non particella. Come il
pigreco:adimensionale, un numero. Einstein era portato ciò...
La "quaatistica" non Ú roba di Planck, sennò non parlava di ONDE - che
implicano l'oscillazione di un medium, l'etere di Maxwell; che lui rasojò col
rasoio di Occam...(in vecchiaia però si pentiva)(cfr. Einstrein e l'etere di
Kostro)
Io non ho studiato a scuola. PER FORTUNA.
E si vede, ma la scienza non è democratica. Puoi interpretarla come vuoi, ma non
puoi pretendere che tu hai visto la luce e tutti gli altri devono stari zitti.
Non funziona così, sei fuori strada nel metodo con cui approcci i problemi.
Al di là delle evidenti lacune teorico/pratiche,
se vuoi fare scienza comincia da Galileo, poi ne riparliamo.

Ciao
Giorgio_84
2018-03-14 13:06:22 UTC
Permalink
Post by m***@gmail.com
Post by m***@gmail.com
In radiofrequenza? In radio si dovrebbero chiamare "radioni": ma la
quantistica nessuno mai l'ha introdotta a frequenze radio... a proposito fammi
sapere qualcosa ... Aspetto il tuo trattato sui "radioni"...che non vedrò mai.
Non conosci bene la materia, per cui dovresti almeno informarti o
chiedere a chi ne sa + di te.
Di sicuro anche in rete puoi trovare l'inversione di spin-elettronico
provocato da fotoni con lunghezza d'onda di 21cm.
Siamo nel campo delle microonde...
Post by m***@gmail.com
Post by m***@gmail.com
La "quaatistica" non Ú roba di Planck, sennò non parlava di ONDE - che
implicano l'oscillazione di un medium, l'etere di Maxwell; che lui rasojò col
rasoio di Occam...(in vecchiaia però si pentiva)(cfr. Einstrein e l'etere di
Kostro)
Fu proprio Planck, nel cercare di risolvere una divergenza matematica
che emergeva nello studio del corpo nero, che penso' di quantizzare
l'energia della radiazione elettromagnetica in fotoni. Scomparve cosi'
la divergenza e le equazioni che ne risultarono furono dimostrate
sperimentalmente con estrema precisione ed ancora oggi sono del tutto
valide.
Post by m***@gmail.com
Post by m***@gmail.com
Io non ho studiato a scuola.
e purtroppo si vede, per tua sfortuna.

Non mi piace il tuo atteggiamento critico su materie che non conosci e
poco aperto nei confronti di chi non la pensa come te.
Non ti accorgi ma ormai stai solo seguendo un argomento in modo
dogmatico che non portera' mai ad alcunche' di positivo.
Con questa chiudo la discussione almeno finche' non ti aprirai ad una
critica seria su quello che misuri aprendoti alla possibilita' che
potresti sbagliare anche tu.

Giorgio
m***@gmail.com
2018-03-14 23:15:27 UTC
Permalink
Post by Giorgio_84
Post by m***@gmail.com
Post by m***@gmail.com
In radiofrequenza? In radio si dovrebbero chiamare "radioni": ma la
quantistica nessuno mai l'ha introdotta a frequenze radio... a proposito fammi
sapere qualcosa ... Aspetto il tuo trattato sui "radioni"...che non vedrò mai.
Non conosci bene la materia, per cui dovresti almeno informarti o
chiedere a chi ne sa + di te.
Di sicuro anche in rete puoi trovare l'inversione di spin-elettronico
provocato da fotoni con lunghezza d'onda di 21cm.
Siamo nel campo delle microonde...
Post by m***@gmail.com
Post by m***@gmail.com
La "quaatistica" non Ú roba di Planck, sennò non parlava di ONDE - che
implicano l'oscillazione di un medium, l'etere di Maxwell; che lui rasojò col
rasoio di Occam...(in vecchiaia però si pentiva)(cfr. Einstrein e l'etere di
Kostro)
Fu proprio Planck, nel cercare di risolvere una divergenza matematica
che emergeva nello studio del corpo nero, che penso' di quantizzare
l'energia della radiazione elettromagnetica in fotoni. Scomparve cosi'
la divergenza e le equazioni che ne risultarono furono dimostrate
sperimentalmente con estrema precisione ed ancora oggi sono del tutto
valide.
Post by m***@gmail.com
Post by m***@gmail.com
Io non ho studiato a scuola.
e purtroppo si vede, per tua sfortuna.
Non mi piace il tuo atteggiamento critico su materie che non conosci e
poco aperto nei confronti di chi non la pensa come te.
Non ti accorgi ma ormai stai solo seguendo un argomento in modo
dogmatico che non portera' mai ad alcunche' di positivo.
Con questa chiudo la discussione almeno finche' non ti aprirai ad una
critica seria su quello che misuri aprendoti alla possibilita' che
potresti sbagliare anche tu.
Giorgio
Mi sei stato utile come avvocato del diavolo. Io sono molto diffidente con me tesso...
Oggi ho fatto l'esperimento: il cortocircuito non cambia molto. Ma non come dici te perchè i condensatori siano uno shunt, ma perchè l'induttanza del filo è essa egualmente alterata dalla forza di Poynting. (Per me "vettore " non è fisica. Sono "ignorante" (ma non bevitore) e coi piedi nella realtà a tre dimensioni. Le altre le lascio ai metafisici.)
-------------------------------------------------------------------------------
Non ho studiato a scuola come te ma ho rubato il sapere. Sono un ladro...

------------------------------------------------------------------------------
Scriveva Heaviside nel suo Electromagnetic Theory (cap.II° § 70 ) a proposito del flusso di energia di Poynting :

“(…) Il prof. Poynting ed io, congiuntamente ma indipendentemente , siamo giunti a stabilire che … se W è il flusso di energia di un’onda elettromagnetica che si propaga nello spazio , esso è legato al campo elettrico E ed a quello magnetico H dalla relazione
W = ∇ E H
(Oggi è P = E X H . X è prodotto vettoriale e P diviene vettore di Poynting e non più flusso di energia…)
Aggiungendo che
( ...) Il flusso di energia deriva dalla struttura intrinseca dell’etere. Esso è analogo all’azione di uno stress….”
“Analogo”e non eguale , dice Heaviside… nell’Ottocento si cercavano analogie nella meccanica per spiegarsi questi fenomeni nuovi.
Maxwell per primo, per spiegare l’azione a distanza, ricorse all’analogia inerzia = magnetismo ed elasticità = coefficiente dielettrico. Il suo “vento dell’etere” veniva come logica conseguenza dell’esistenza di un medium supposto immobile in tutto lo spazio, tanto da pensare che sia la stessa cosa.
Su quel medium ipotetico , confuso collo spazio vuoto di cui conosceva la permeabilità magnetica e la permittenza dielettrica, applicò le leggi del suono per calcolare la velocità di propagazione e , visto che era quella della luce, dedusse che la luce è un’onda elettromagnetica.
Ed aggiungeva delle possibili analogie:
(…) “ Ma l’unica analogia dinamica soddisfacente di questo stress è quella fornita da Sir W.Thomson di un etere rotazionale, interpretando E come un “torque” (forza torcente) ed H come la velocità del medium, col risultato che ∇ E H sia il flusso di
Quindi Heaviside parla di flusso di energia e non di vettore. Inoltre tenta di materializzare questa energia con un’analogia meccanica presa da Thomson: uno stress su un medium che chiama etere, ed una velocità in cui il flusso di energia abbia la stessa equazione. Ma non ne sembra convinto…
Cosa sia questo W , oggi P , sino a ieri era un mistero. Un “vettore” è un generico termine matematico e non un concetto fisico…
Resta il fatto che l’energia spariva anche come concetto, invece di dissipare fisicamente (waste)…e quindi TRASFORMARSI.
In ciò viene violato il principio di conservazionedell’energia.
Ho molto riflettuto su questo waste. Ma la definizione ottocentesca di forza (forcive) mi ha aiutato a chiarirlo. Una forza deve essere applicata a qualcosa: all’etere dice la fisica di allora Ma cosa sia l’etere nessuno lo sa , e tantomeno nell’Ottocento… Ma la prevista pressione di radiazione meccanica non è mai stata sperimentata.
Allora in che si trasforma? E’ la domanda che si fanno tutti i radiotecnici che sanno quanti Watt mettono nel medium, di cui conoscono anche la resistenza di 337 Ohm:
E/H = ε/μ = 377 Ω , una costante universale. Pure questo concetto senza l’etere è insensato.
Ma la struttura intrinseca dell’etere, cioè la sua capacità di contenere energia sotto le due forme, magnetica ed elettrica ?
L’ipotesi di Thomson , un torque che deve modificare l’etere in maniera non meccanica – quindi solo nei suoi coefficienti permeabilità μ e permittenza ε .
Ed è là che viene trasferita l’energia, trovando una resistenza di radiazione
Il flusso di energia senza l’etere!
Soppresso l’ etere sparisce il significato del passo. Si giunge a dire che quell’energia va nei campi stessi… per crearli! Un non senso. (vedere la lezione del prof.Lewiss che mena il can per l’aja con passaggi circolari inutili di equazioni per concludere colla suddetta frase …). E’ un ragionamento circolare del tipo “c’è perché c’è”.
W è il risultato di un prodotto , simile ad EI. Una tensione che produce una corrente, che viene dissipata in un’energia termica o cinetica. W - o P - va a lavorare su una sostanza che c'è ma è sfuggente.

Ed arrivai a Poynting.
Del medium si conoscono solo la permeabilità μ e la permittenza ε . Che il Poynting modifica. Quindi una capacità o un’induttanza irradiate da un’onda devono cambiare di valore. Come infatti cambiano.
Ma il rapporto ε/μ , il waste , la dissipazione, o resistenza di radiazione, deve restare costante .

----------------------------------------------------------------------------
m***@gmail.com
2018-03-14 22:53:40 UTC
Permalink
Post by SignalsReceived
Post by Giorgio_84
I condensatori fanno da bypass a quelle freq. ecco perche' e' un'antenna
a "loop". Prova a metterci un cavo al loro posto e non cambia nulla.
Proverò a fare un loop equivalente. Sono certo che non demodulerà nulla. Ma
Ú facile da fare.
Post by Giorgio_84
Se accetti la mia sincera critica dovresti accettare anche qualche
suggerimento su come modificare il sistema che usi. Se mi dici che non
vuoi provarlo con modulazione in ampiezza con sinusoide in BF chiudo
e non proseguo altro in quanto se uno e' convinto e non segue i test ma
solo il suo dogma credo sia inutile perdita di tempo rapportarsi le idee.
Per capire dove va la potenza emessa da un'antenna che irradia, non e'
certo un mistero. Ti suggerisco di studiare la fisica del corpo nero e
troverai la risposta, con la conferma che l'energia e' emessa a quanti
(fotoni).
In radiofrequenza? In radio si dovrebbero chiamare "radioni": ma la
quantistica nessuno mai l'ha introdotta a frequenze radio... a proposito fammi
sapere qualcosa ... Aspetto il tuo trattato sui "radioni"...che non vedrò mai.
Corpo nero e quanti.
Io so che esistono DUE TEORIE anche per la luce. Il fatto che spieghino
entrambe dei fenomeni, ma DIVERSI, non significa niente: l'una spiega nel macro
l'altra nel micro - peraltro che nessuno può controllare se non con ipotesi -
pone il problema se l'una o l'altra siano vere.
Il fotone fu un'idea di Einstein. Ma cosÚ il quanto? Planck scoprì che
l'energia di un'onda Ú il prodotto dela frequenza per un costante, cioÚ la
costante Ú il rapporto fra energia dell'onda e la sua frequenza.
Il fotone Ú perciò quel rapporto costante, non particella. Come il
pigreco:adimensionale, un numero. Einstein era portato ciò...
La "quaatistica" non Ú roba di Planck, sennò non parlava di ONDE - che
implicano l'oscillazione di un medium, l'etere di Maxwell; che lui rasojò col
rasoio di Occam...(in vecchiaia però si pentiva)(cfr. Einstrein e l'etere di
Kostro)
Io non ho studiato a scuola. PER FORTUNA.
E si vede, ma la scienza non è democratica. Puoi interpretarla come vuoi, ma non
puoi pretendere che tu hai visto la luce e tutti gli altri devono stari zitti.
Non funziona così, sei fuori strada nel metodo con cui approcci i problemi.
Al di là delle evidenti lacune teorico/pratiche,
se vuoi fare scienza comincia da Galileo, poi ne riparliamo.
Ciao
Ovvio che ho molte lacune. Ma l'approccio mio è sperimentale. E quello è un fatto. Duro come la pietra del nostro Carso! (Mio padre era carsolino...).

C'ho impiegato molto tempo ma - FACENDOMI LO STRUMENTO AD HOC - sono giunto a spiegare perchè le chiamate dei cellulari - un treno d'onda in microonde - vengono demodulate da vecchi amplificatori a valvole.E rigettando la spiegazione assurda della non linearità.

C'è qualcun altro ad averlo fatto? Se si dimmelo che gli riconosco il merito...

Potrei anche brevettarlo. Ma a che servirebbe? Quale applicazione avrebbe ? Non ne vedo, al momento.

Serve solo a capire. E che i vecchi testi non vanno buttati... COME I VECCHI CONCETTI "superati".
Il Poynting da riscoprire insegna ancora molto.


Seguo solo la mia curiosità , mettemdo a frutto la mia lunga esperienza di laboratorio (60 anni!)
m***@gmail.com
2018-03-15 04:03:38 UTC
Permalink
Post by SignalsReceived
se vuoi fare scienza comincia da Galileo, poi ne riparliamo.
E'il mio modello: fece lo strumento e con quello ha scoperto che siamo noi a girare. Apriti cielo! Migliaia di teologi insorsero e finiva davanti l'Inquisizione. Evitò il rogo "abiurando"... ma senza effetto sul cannocchiale!

L'altro modello mio è frate Occam colla Logica, che dimostrò che da sola, SENZA I SENSI, non porta da nessuna parte. Anche lui davanti l'Inquisizione: demoliva S.Tommaso e la sua Summa Theologica! Anche lui dovette abiurare per evitare il rogo! MA FONDAVA LA SCIENZA, il metodo scientifico. PRIMA L'ESPERIENZA E DOPO LA LOGICA.
c***@muzzini.org
2018-03-17 01:40:45 UTC
Permalink
Ciao, per piacere fai vedere lo schema del circuito e le foto di dettaglio della tua realizzazione, dando anche indicaIoni sulla strumentaIone che hai usato.
Ciao e grazie
Claudio

--
m***@gmail.com
2018-03-17 02:05:56 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Ciao, per piacere fai vedere lo schema del circuito e le foto di dettaglio della tua realizzazione, dando anche indicaIoni sulla strumentaIone che hai usato.
Ciao e grazie
Claudio
--
Vai da un elettronico e fagli vedere i video. Se è uno bravo ti replicherà facilmente. Io ho messo l'essenziale basandomi sulla fiducia nell'intelligenza altrui. Io ho aperta la strada e non sono interessato ai particolari: mi annojo...
c***@muzzini.org
2018-03-17 05:40:00 UTC
Permalink
Ma quale è il problema a pubblicare lo schema elettrico? E le foto del layout interno? Non capisco il perché il rifiutarsi di condividere i dati dell’esperimento così da potere essere replicato.

--
m***@gmail.com
2018-03-17 07:27:18 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Ma quale è il problema a pubblicare lo schema elettrico? E le foto del layout interno? Non capisco il perché il rifiutarsi di condividere i dati dell’esperimento così da potere essere replicato.
--
alla fine del film c'è la mia mail.
m***@gmail.com
2018-03-17 22:46:24 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Ma quale è il problema a pubblicare lo schema elettrico? E le foto del layout interno? Non capisco il perché il rifiutarsi di condividere i dati dell’esperimento così da potere essere replicato.
--
Ma se fermi i miei video vedi tutto ciò che vuoi.
Intelligenti pauca.
Io faccio circuiti sperimentali, senza estetica: non amo perder tempo con stampati. Monto su stampati a pallini. Nemmeno fotografo e nemmeno disegno cose così semplici.

Mi sembra impossibile che non sai improvvisare uno schemino elementare...

In Cina possono replicare a milioni di circuiti così... Ogni studentello potrebbe averne uno in tasca, come l'accendino. Proponiglielo...

Loro stanno facendo già dei propulsori ad etere fregandosene dei tabù dei nostri metafisici.

Perchè non dici niente del flusso di Poynting, invece? Qui nessuno sembra conoscerlo attraverso il testo originale: senza l'etere... solo menate del can per l'aja e gioco delle tre carte.

E della spiegazione alla Occam del trattrattra delle chiamate su tutti gli impianti BF?
c***@muzzini.org
2018-03-18 00:24:33 UTC
Permalink
Uno scienziato prima di tutto, condivide i dati, perché altri possano replicare l’esperimento.
Tu non lo fai.
Gli scienziati pubblicano i dati che hanno trovato.
Tu no lo fai.

Tu fai solo filmati, dove non si vedono I dettagli e i dettagli sono molto molto importanti.

Ti ho chiesto gli schemi e le foto. Mi hai detto di scriverti in privato.
Fatto.
Non mi hai mandato nulla.
Mi hai chiesto se avevo avevo esperienza in elettronica e se avevo qualche strumento.
Ti ho mandato l’elenco delle principali cose che ho fatto, per esempio RADAR per aerei militari, SONAR, controllo motori per elicotteri, Set-Top-Box, GPON etc. come vedi non ho la tua esperienza e capacità ma qualche cosina ho fatto anche io.

Mi hai chiesto se avevo qualche strumento.
Ti ho mandato il link del mio piccolo e molto meno attrezzato del tuo Laboratorio.
Loading Image...

Hai comunque ragione, chiunque elettronico guardando i tuoi filmati su YouTube riuscirebbe a replicare i tuoi circuiti e otterrebbe esattamente i tuoi risultati.
Poi, con altri 2 minuti aggiungerebbe qualche feedthrough, qualche filtro e il circuito non farebbe più quel difetto.

Se mi avresti mandato gli schemi e le foto ti avrei suggerito qualche indicazioni di come risolvere il problema.

Ma nulla è arrivato!

Prova a fare queste semplici prove.
Raddoppia il tuo circuito e somma in controfasce le due uscite. Il segnale risultante. Secondo la tua teoria dovrebbe essere zero. Giusto?

Fai un grafico con segnale in uscita in funzione del numero di condensatori.

Lascia tutto invariato e rimuovi un solo condensatore così di avere un circuito aperto.

Grazie e buon lavoro.

--
m***@gmail.com
2018-03-18 03:46:50 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Uno scienziato prima di tutto, condivide i dati, perché altri possano replicare l’esperimento.
Si vede che sei milanese! Fretta fretta fretta... FESTINA LENTE! affrettati lentamente mi insegnarono i frati .
Io non sono uno scienziato ma un topo di laboratorio. Autodidatta rubavo sapere. Anni di mobbing fino alla pensione.


Tu vedo che sei dentro nientemeno che
Standard committee
I represent AEIT ( Italian Federation for Electrotechnics, Electronics, Automation, Informatics and
Telecommunications) in the following Italian standard committees ( CEI ).

Ed io che non so dove pubblicare la RIscoperta del Poynting... E qui sfottò e insulti...Kill file.
Non puoi far nulla?
Archaeopteryx
2018-03-18 08:19:32 UTC
Permalink
Certo che commentare la tua risposta, che non entra nel
merito ma che contiene la tua solita solfa-dichiarazione
di intenti sarebbe come sparare sulla croce rossa, quindi
evito. Però resta un buon esempio di quello che succede
quando la rabbia per un'esperienza educativa infelice
(qualche volta ne hai parlato e dice molte cose su di te)
prende il sopravvento e impedisce l'autocritica nonché
distrugge l'equilibrio di giudizio se mai l'hai avuto.

Ora continua pure con la litania della tua esperienza
pratica e dell'esperimento che guida tutto (vero, ma
vedendo gli strumenti che hai e come li usi cadono le
braccia).
Il giorno domenica 18 marzo 2018 01:24:34 UTC+1,
Post by c***@muzzini.org
Uno scienziato prima di tutto, condivide i dati,
perché altri possano replicare l’esperimento.
Si vede che sei milanese! Fretta fretta fretta...
FESTINA LENTE! affrettati lentamente mi insegnarono i
frati . Io non sono uno scienziato ma un topo di
laboratorio. Autodidatta rubavo sapere. Anni di
mobbing fino alla pensione.
Tu vedo che sei dentro nientemeno che Standard
committee I represent AEIT ( Italian Federation for
Electrotechnics, Electronics, Automation, Informatics
and Telecommunications) in the following Italian
standard committees ( CEI ).
Ed io che non so dove pubblicare la RIscoperta del
Poynting... E qui sfottò e insulti...Kill file. Non
puoi far nulla?
--
"Pompieri? Presto, venite, la mia casa sta bruciando"
"OK, quando ha avuto origine il fuoco?"
"Nel paleolitico, però sbrigatevi"
Archaeopteryx
2018-03-18 08:22:49 UTC
Permalink
Post by m***@gmail.com
Ed io che non so dove pubblicare la RIscoperta del
Poynting... E qui sfottò e insulti...Kill file. Non
puoi far nulla?
Non servono raccomandazioni per pubblicare una scoperta,
ci sono decine di riviste. Basta inviargli l'articolo, ti
assicuro che se è valido pubblichi senza pagare un soldo.
Oggi tutte le porte sono aperte, forse un tempo era meno
facile ma oggi non ci sono ostacoli.

Come chiedo sempre ai tuoi "colleghi" su FISF perché
lamentarsi di complotto su un newsgroup invece di inviare
i propri lavori alle riviste? Veramente non capisco cosa
vi trattiene, anzi lo so ma inutile che te lo dica :D
--
"Pompieri? Presto, venite, la mia casa sta bruciando"
"OK, quando ha avuto origine il fuoco?"
"Nel paleolitico, però sbrigatevi"
m***@gmail.com
2018-03-18 10:31:37 UTC
Permalink
Post by Archaeopteryx
Post by m***@gmail.com
Ed io che non so dove pubblicare la RIscoperta del
Poynting... E qui sfottò e insulti...Kill file. Non
puoi far nulla?
Non servono raccomandazioni per pubblicare una scoperta,
ci sono decine di riviste. Basta inviargli l'articolo, ti
assicuro che se è valido pubblichi senza pagare un soldo.
Oggi tutte le porte sono aperte, forse un tempo era meno
facile ma oggi non ci sono ostacoli.
Come chiedo sempre ai tuoi "colleghi" su FISF perché
lamentarsi di complotto su un newsgroup invece di inviare
i propri lavori alle riviste? Veramente non capisco cosa
vi trattiene, anzi lo so ma inutile che te lo dica :D
--
"Pompieri? Presto, venite, la mia casa sta bruciando"
"OK, quando ha avuto origine il fuoco?"
"Nel paleolitico, però sbrigatevi"
Tu devi essere la longa manus di Fabri...Stesso atteggiamento "compassionevole" e autoritario. Non entri mai nelle mie argomentazioni: non "scendi" dal piedestallo. La mia rilettura di Poynting Heaviside e le prove che porto VI SPAVENTANO.

Io ho pubblicato una volta sola su Wireless World. Maggio 2008. Oggi non so dove. Le riviste radio sono tutte fallite...
Dimmene una . Solo qui , destreggiandomi tra virus maliziosi, ancora riesco a scrivere. Anche google ci si è messa di mezzo...
Quanta idiozia... MA MI DIVERTO.

ECCO COME

Archaeopteryx
2018-03-18 10:53:25 UTC
Permalink
Post by m***@gmail.com
Tu devi essere la longa manus di Fabri...Stesso
atteggiamento "compassionevole" e autoritario.
Grazie ma non merito un complimento simile, sul serio :D
Post by m***@gmail.com
Non entri mai nelle mie argomentazioni: non "scendi"
dal piedestallo. La mia rilettura di Poynting
Heaviside e le prove che porto VI SPAVENTANO.
Sbagli, diverse volte sul NG di fisica ti ho fatto una
semplicissima domanda che ripeto anche se ovviamente a
vuoto, che entra nel merito. Te la ripeto solo per
ricordarti che all'inizio avevo letto i tuoi post e mi
interessava capire cosa stessi misurando nei tuoi
circuiti. Ti avevo chiesto come mai nelle
telecomunicazioni non si è mai osservato l'effetto
dell'etere. In un secolo e scenari incredibilmente vari,
dalla radio ai radar, non si è mai osservato niente di
quello che affermi. Se ci fosse l'etere si dovrebbero
osservare anomalie di qualche genere in funzione
dell'orientazione di trasmettitori e ricevitori, qualcosa
insomma. Non si è mai visto niente.

La prima volta mi hai risposto che nessuno aveva mai
guardato in verticale (come se non ci fossero innumerevoli
applicazioni in cui l'emissione avviene in verticale,
credo siano radar atmosferici ma non sono sicuro) e ti ho
fatto notare che se ci fosse l'etere ci sarebbe sempre una
componente "verticale" della velocità relativa della terra
rispetto al mezzo, se non altro perché la terra gira e
l'anisotropia si sarebbe vista. Ovviamente non hai saputo
rispondere e mi hai detto di guardare i tuoi video; il
solito tuo meccanismo di sviare il discorso.

Alla fine non sapevi rispondere altro che tu fai
l'esperimento e quello dimostra. Non viene in mente che
per tutto quanto sopra è quantomeno curioso che avresti
trovato tu quello che si sarebbe dovuto notare dopo
nemmeno dieci anni dagli esperimenti di Marconi
figuriamoci dopo... Almeno un milione di persone hanno
lavorato su queste cose da che esiste la radio, nessuno ha
visto niente poi arrivi tu...

Ecco perché non ti posso prendere sul serio. Ma non puoi
dire che nessuno è entrato nel merito, ci sono
innumerevoli post sull'altro NG in cui ti si chiedono
dettagli e spiegazioni e non li hai mai dati.

Scommettiamo che se risponderai dirai di guardare un tuo
video?
Post by m***@gmail.com
Io ho pubblicato una volta sola su Wireless World.
Maggio 2008. Oggi non so dove. Le riviste radio sono
tutte fallite... Dimmene una . Solo qui ,
destreggiandomi tra virus maliziosi, ancora riesco a
scrivere. Anche google ci si Ú messa di mezzo...
Non devi pubblicare su una rivista di radio, a parte che
negli USA ce ne sono sicuramente e potresti cercare lì.
Dovresti pubblicare su una rivista di fisica ma anche se
non lo vuoi accettare, il livello a cui descrivi quello
che fai (nel senso che non dai alcun dettaglio per
replicare gli esperimenti) non ti permetterebbe di
pubblicare nemmeno sulla rivista della parrocchia. Prova a
descrivere esattamente la disposizione sperimentale,
altrimenti non arriverai nemmeno sul tavolo dei referee di
qualsiasi rivista anche solo decente.
Post by m***@gmail.com
Quanta idiozia... MA MI DIVERTO.
ECCO COME http://youtu.be/rMuZYBY8LVs
Bravo, divertiti :)
--
"Pompieri? Presto, venite, la mia casa sta bruciando"
"OK, quando ha avuto origine il fuoco?"
"Nel paleolitico, però sbrigatevi"
m***@gmail.com
2018-03-18 16:21:44 UTC
Permalink
Ricordo, anche all' Asterix di cui sopra, che sono partito dal disturbo del cellulare sugli impianti di Bassa frequenza.

S E N Z A S T R U M E N T A Z I O N E.
MI BASTA L'OSSERVAZIONE E LA LOGICA.

La sua interpretazione l'ho fatta secondo Heaviside Poynting. (entia non sunt multiplicnda, diceva nel '300 l'eretico frà Occam)
m***@gmail.com
2018-03-18 16:50:34 UTC
Permalink
"... ti ho fatto notare che se ci fosse l'etere ci sarebbe sempre una
componente "verticale" della velocità relativa della terra
rispetto al mezzo, se non altro perché la terra gira e
l'anisotropia si sarebbe vista..."

Credevo fosse in moto verticale, ma poi ho SPERIMENTATO che è immobile. E' da diversi anni ormai. Non mi segui... ma devi farmi la predica!

Ti ricordo che Fizeau osservò che il DIELETTRICO in movimento TRASCINA L'ETERE. Con l'acqua è così. E l'atmosfera è un dielettrico che ruota assieme alla Terra, e potrebbe essere eguale.
Ma è mai stato portato in orbita qualche interferometro MM?
(Se si potresti dirmelo? )

Fizeau lo dimenticò anche Michelson. Potrebbe così spiegarsi la mancanza del vento che osservò.

Ma l'etere ci deve essere. Altrimenti quanto scrivo resterebbe a me, la radio non esisterebbe. E nemmeno la luce delle stelle e del sole. Leggiti il cap. XX di Maxwell. Scoprì grazie all'etere che la luce è onda ELETTROMAGNETICA.

-------------------------------------------------------------------------------
Il Poynting sinora nessuno l'aveva osservato. Vero! Senza un Ponte di Weatston che traduca un flusso di energia in volt nessuno poteva osservarlo. I campi elettromagnetici invece si, perchè basta captarli con una sira o un filo e rivelarli.
Ma l'avvento de cellulari ha messo - a me - un dubbio. Ed ecco che Poynting spiega.
ED ECCOCI A DISCUTERNE OGGI.
c***@muzzini.org
2018-03-18 12:41:21 UTC
Permalink
Caro Fabio, anche se sono di Milano, non volevo metterti fretta.
Io mi ho appena cambiato posto di lavoro e mi sono trasferito da GuangZhou a HangZhou.
Ti posso assicurare che I tuo esperimenti, almeno per il momento non sono tra le mie priorità.

Per quanto riguarda la pubblicazione dei tuoi lavori ci sono tantissime riviste per pubblicare, le prime che mi vengono in mente sono NATURE e IEEE.

Per quello che mi è dato di sapere, ma potrei sbagliarmi, non accettano video, ma solo articoli

Ti consiglio di preparare un articolo scientifico, con tutti i dati dei tuoi esperimenti e la spiegazione teorica.

Io non ho ancora capito, ma so che è un mio limite, se la tensione ai capi del condensatore è proporzionale al valore del condensatore, alla sua superfice, al volume. Influisce il materiale del dielettrico?

Hai tabellato i dati?

Un augurio di buon lavoro

--
m***@gmail.com
2018-03-18 14:37:49 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Io non ho ancora capito, ma so che è un mio limite, se la tensione ai capi del condensatore è proporzionale al valore del condensatore, alla sua superfice, al volume. Influisce il materiale del dielettrico?
-----------------------------------------------------------------------------

Ma richiedono il PEER! Che costa un patrimonio... I fisici dovranno rassegnarsi al fatto compiuto... come col VOLO dei "pesanti" fratelli Wright... l'orgoglio impedisce di smentirsi...sennò che casta sarebbe?
-----------------------------------------------------------------------------
All tua domanda :
Non è un tuo limite: è che la scoperta è recente e non ho fatto altro che accertarmene. Volevo la certezza assoluta, perchè la sua portata è notevole.

Per la correlazione - da ieri! - "credo" che sia proprzionale AL VOLUME. Indifferente al valore . Pochi cm di coassiale sono sufficienti.
D'altronde il flusso P è misurato in watt-metricubi al secondo.

La trsformazione in volt la fa IL PONTE di Weatstone.

Il flusso P cambia il coefficiente dielettrico DEL VUOTO PIENO DI ETERE del volume del condensatore.

------------------------------------------------------------------------------

Il flusso di tutti i trasmettitori , se sufficentemente alto, agisce simultaneamente sui condensatori. Che messi in fila sommano i loro effetti in direzione della fila - secondo Fresnel- dando luogo alla direttività ; oppure messi in quadrato sommano e basta in proporzione all'area.
Dovrò fare un cubo e vedrò se è proporzionale al volume. Una cosa alla volta!

Come si vede è un campo nuovo di ricerca. E sono solo e i quattrini mensili dell'affitto non li guadagno certo cercando l'etere... Di cui nessuno sente neccessità se non la nostra mente razionale. Ma altre menti NO. QUESTO SITO NE è LA PROVA.
--------------------------------------------------------------------------------

Ricordo, anche all' Asterix di cui sopra, che sono partito dal disturbo del cellulare sugli impianti di Bassa frequenza.

S E N Z A S T R U M E N T A Z I O N E.
MI BASTA L'OSSERVAZIONE E LA LOGICA.

La sua interpretazione l'ho fatta secondo Heaviside Poynting. (entia non sunt multiplicnda, diceva nel '300 l'eretico frà Occam)

Quegli impulsi modulano in ampiezza la microonda. Generando un flusso di P , che è un senquadro POSITIVO . Un Ponte di Weatstone trasforma i watt-metrocubo al secondo in volt positivi.
Ecco la spiegazione più alla Occam!

Ricorda la modulazione in ampiezza a portante controllata. CCAM, Controlled Carrier Amplitude Modulation.
Archaeopteryx
2018-03-18 15:03:56 UTC
Permalink
Post by m***@gmail.com
Ma richiedono il PEER! Che costa un patrimonio...
Ma non è vero, tu sottoponi il tuo lavoro e viene fatto
passare attraverso una serie di redattori e commissioni,
se è valido lo pubblicano senza costi. Altre scuse? :) Per
adesso le migliori restano quelle di Falzone su FISF
--
"Pompieri? Presto, venite, la mia casa sta bruciando"
"OK, quando ha avuto origine il fuoco?"
"Nel paleolitico, però sbrigatevi"
c***@muzzini.org
2018-03-18 15:54:26 UTC
Permalink
“”
Quegli impulsi modulano in ampiezza la microonda. Generando un flusso di P , che è un senquadro POSITIVO . Un Ponte di Weatstone trasforma i watt-metrocubo al secondo in volt positivi.
Ecco la spiegazione più alla Occam! ””

Troppo complicato per me. Non ho capito nulla.

“”Il flusso P cambia il coefficiente dielettrico DEL VUOTO PIENO DI ETERE del volume del condensatore. “”

Dal tuo video i condensatori non sembrano essere quelli a vuoto. L’etere dove sarebbe?

Fai vedere uno schema con relativa BOM e layout

--
m***@gmail.com
2018-03-18 16:12:15 UTC
Permalink
Post by m***@gmail.com
“”
Quegli impulsi modulano in ampiezza la microonda. Generando un flusso di P , che è un senquadro POSITIVO . Un Ponte di Weatstone trasforma i watt-metrocubo al secondo in volt positivi.
Ecco la spiegazione più alla Occam! ””
Troppo complicato per me. Non ho capito nulla.
“”Il flusso P cambia il coefficiente dielettrico DEL VUOTO PIENO DI ETERE del volume del condensatore. “”
Dal tuo video i condensatori non sembrano essere quelli a vuoto. L’etere dove sarebbe?
Fai vedere uno schema con relativa BOM e layout
--
Claudio, sono pieni di materia certamente, ma il vuoto è un dielettrico ! la carta , la ceramica e tutti i coibenti moltiplicano il coefficiente assoluto per un coefficiente relativo. Ti ricordo che sono partito da Heaviside Poynting ... che stabilirono che l'energia e.m. si trasferisce nell'etere modificandolo.
Ma leggi qualcosa ...
Hai studiato fisica?
c***@muzzini.org
2018-03-18 17:36:49 UTC
Permalink
Proprio perché l’ho studiata che non mi torna quello che dici!

Scrivi una formula che metta in relazione la tensione ai capi del condensatore in funzione della campo elettrico.

--
m***@gmail.com
2018-03-18 18:26:46 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Proprio perché l’ho studiata che non mi torna quello che dici!
Scrivi una formula che metta in relazione la tensione ai capi del condensatore in funzione della campo elettrico.
--
Sbagli: la tensione ai capi del condensatore in funzione di P devi dire. (vettore di Poynting). Che è il prodotto del vettore elettrico per il magnetico. Che è un flusso di energia che SECONDO HEAVISIDE cambia la permittenza. Quindi la capacità. E siccome H ed E sono sinusoidi P sarà una sinusoide al quadrato. Sempre positiva quindi. Ecco perchè P demodula! Traducendo col ponte in Volt avremo la demodulazione parametrica.

Ma tu non leggi, ahimè...
c***@muzzini.org
2018-03-18 20:15:35 UTC
Permalink
Poniamo di avere un trasmettitore che genera un segnale di 1GHz con 1000 Wdi potenza. L’amplificatore è collegato ad una antena isotropa. Il condensatore viene messo a 10m di distanza.
Che tensione avrò ai capi del condensatore?

Scrivi la formula che lega il valore della potenza all’uscita dell amplificatore con la tensione ai capi del condensatore messo a 10m dall’ antenna.
Domanda banale.

Dove è lo schema, BOM e layout?

--
m***@gmail.com
2018-03-19 03:13:46 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Poniamo di avere un trasmettitore che genera un segnale di 1GHz con 1000 Wdi potenza. L’amplificatore è collegato ad una antena isotropa. Il condensatore viene messo a 10m di distanza.
Che tensione avrò ai capi del condensatore?
Scrivi la formula che lega il valore della potenza all’uscita dell amplificatore con la tensione ai capi del condensatore messo a 10m dall’ antenna.
Domanda banale.
Dove è lo schema, BOM e layout?
--
La giusta domanda è : Il flusso di Poynting di quanto modifica l'etere? di quanto varia la permittenza colla distanza?
Nessuno sinora lo si è mai posto . Perchè nessuno ha mai notato questo fenomeno.
Era solo nelle ipotesi di Heaviside...
Che i cellulari hanno reso attuale.
Lo schema fattelo da te. Hai la pappa premasticata ..Il BOM e layout non so cosa sono. Io parlo come mangio. Il cinese ai cinesi. E ai bauscia...


Io
c***@muzzini.org
2018-03-19 05:45:28 UTC
Permalink
Ho capito. Non sai calcolare quello che ti ho chiesto.
Non hai lo schema ne la lista dei componenti.
Affermi che hai 60 anni di esperienza in elettronica e non sai cosa è un layout ed una BOM. Bah...

Non dai dettagli e non fai le prove che ti si consiglia di fare.
Io sono sicuro che sei semplicemente caduto in un banale problema di interferenza elettromagnetica, facilmente dimostrabile e risolvibile se una ha alcune elementari nozioni di elettronica.

Se hai ragione te, perché non riesci a demodulare Radio Maria o la RAI?


--
m***@gmail.com
2018-03-19 07:35:24 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Ho capito. Non sai calcolare quello che ti ho chiesto.
Non hai lo schema ne la lista dei componenti.
Affermi che hai 60 anni di esperienza in elettronica e non sai cosa è un layout ed una BOM. Bah...
Non dai dettagli e non fai le prove che ti si consiglia di fare.
Io sono sicuro che sei semplicemente caduto in un banale problema di interferenza elettromagnetica, facilmente dimostrabile e risolvibile se una ha alcune elementari nozioni di elettronica.
Se hai ragione te, perché non riesci a demodulare Radio Maria o la RAI?
--
Non sai realizzare un elementare circuito e vieni a sfottere...
Non ti rendi conto...
Sei un pallone gonfiato.
m***@gmail.com
2018-03-19 07:40:09 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Ho capito. Non sai calcolare quello che ti ho chiesto.
Non hai lo schema ne la lista dei componenti.
Affermi che hai 60 anni di esperienza in elettronica e non sai cosa è un layout ed una BOM. Bah...
Non dai dettagli e non fai le prove che ti si consiglia di fare.
Io sono sicuro che sei semplicemente caduto in un banale problema di interferenza elettromagnetica, facilmente dimostrabile e risolvibile se una ha alcune elementari nozioni di elettronica.
Se hai ragione te, perché non riesci a demodulare Radio Maria o la RAI?
--
sai solo un gergo. Sei senza cultura . E non hai mai realizzato niente di tuo.
d***@gmail.com
2018-03-19 08:17:17 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Ho capito.
non credo che tu abbia capito :-)
meglio se lo lasci perdere. hanno provato in tanti
a cercare di capire quello che vuole dire e fare, ma
lui prima o poi manda tutti a quel paese e non cerca
per niente di spiegare quello che fa.

poi pero' si lamenta che nessuno lo ascolta, che tutti
lo mettono nel killfile, che tutti sono sordi.

il fatto e' che lui quasi sicuramente non ha capito
nulla di quello che sta facendo e pensa di avere
ribaltato la fisica come un calzino.

meglio se dedichi il tuo tempo ad altre letture.
c***@muzzini.org
2018-03-19 08:22:13 UTC
Permalink
Hai ragione

--
m***@gmail.com
2018-03-19 08:48:09 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Hai ragione
--
tu sai la teoria dela digestione? No? Non mangiare allora, ignorante.
I fenomeni quando si scoprono non sono calcolabili.
Ma nemmeno sai cosa sia un fenomeno...
Archaeopteryx
2018-03-19 12:05:42 UTC
Permalink
Post by m***@gmail.com
tu sai la teoria dela digestione? No? Non mangiare
allora, ignorante. I fenomeni quando si scoprono non
sono calcolabili. Ma nemmeno sai cosa sia un
fenomeno...
Prenditi una vacanza, stai sbroccando. Capisco
l'arrabbiatura di essere messo con le spalle al muro ma se
uno le cose se le cerca...
--
"Pompieri? Presto, venite, la mia casa sta bruciando"
"OK, quando ha avuto origine il fuoco?"
"Nel paleolitico, però sbrigatevi"
m***@gmail.com
2018-03-19 13:10:06 UTC
Permalink
Post by Archaeopteryx
Prenditi una vacanza, stai sbroccando. Capisco
l'arrabbiatura di essere messo con le spalle al muro ma se
uno le cose se le cerca...
Io? O VOI colle spalleal muro? Con un accendino ed un misero ponte di Weatston, poi... costo 5 euro! Ed una formuletta del senquadro come teoria...

Vergognatevi, professoroni! "Saturazione" !!!!!
m***@gmail.com
2018-03-20 02:37:58 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Hai ragione
--
Ha ragione, eh? "... il fatto e' che lui quasi sicuramente non ha capito
nulla di quello che sta facendo e pensa di avere
ribaltato la fisica come un calzino..."

Ho seguito invece Maxwell, Heaviside, Poynting ALLA LETTERA! Siete voi a capovolgerla!
Faccio troppe citazioni eh? Latinorum, eh? Ti impressiona l'INTELLIGENTI PAUCA ? significa "alla persona intelligente bastano poche cose".
Sintetico eh? Senza layout!
c***@muzzini.org
2018-03-20 07:48:29 UTC
Permalink
Caro Fabio, io ti volevo solo aiutare e quindi ti ho offerto il mio aiuto - scusa.

Mi hai chiesto di scriverti in privato per avere maggiori informazioni - cosa che ho fatto con piacere. Volevi sapere se avevo esperienza nella realizzazione di circuiti elettronici e se avevo qualche tipo di strumentazione. Ti ho mandato il mio CV per farti capire le mie esperienze e le foto del mio modesto laboratorio hobbistico.

Mi hai risposto in privato dicendo che non credi a quanto ho scritto nel mio CV, me ne rammarico ma non ci posso fare nulla.

Purtroppo, caro Fabio, non tutti nasciamo intellettualmente molto dotati. Io sono senza ombra di dubbio molto meno intelligente e preparato di te. Quindi hai due soluzioni - O mi ignori o mi aiuti a capire.

A te la scelta, però l’insulto gratuito non è ammesso tra persone civili.

Premetto che in Cina YouTube è bloccato, saltuariamente ci si può accedere con le VPN. Tieni però presente che l’uso delle VPN è vietato. Ho provato a guardare i tuoi filmati ma non si riesce a capire cosa vi è all’interno della scatola metallica, o meglio io non sono riuscito a capirlo.

Rinnovo le domande e le amplio così da potere imparare da te.

Cosa c’è all’interno della scatola metallica? Amplificatore operazionale? Quanti? Di che tipo? In che configurazione? Quanto e' il guadagno complessivo? La risposta di frequenza? Come sono alimentati? Come sono state filtrate le alimentazioni? e i segnali? Che tecnica di montaggio hai usato? Come sono stati filtrati i segnali di ingresso e di uscita? Ho visto che hai usato una scatola che sembra di metallo, che materiale è? I segnali di ingresso e uscita come entrano ed escono dalla scatola? Hai usato connettori filtrati o singoli feedthrough? Se come penso hai usato i feedthrough di che tipo sono?

Sicuramente avere lo schema elettrico per uno con scarse conoscenze come le mie, certo aiuterebbe a capire, magari corredato di qualche foto.

Buon lavoro.
Claudio

--
m***@gmail.com
2018-03-20 11:30:08 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Caro Fabio, io ti volevo solo aiutare e quindi ti ho offerto il mio aiuto - scusa.
Mi hai chiesto di scriverti in privato per avere maggiori informazioni - cosa che ho fatto con piacere. Volevi sapere se avevo esperienza nella realizzazione di circuiti elettronici e se avevo qualche tipo di strumentazione. Ti ho mandato il mio CV per farti capire le mie esperienze e le foto del mio modesto laboratorio hobbistico.
Mi hai risposto in privato dicendo che non credi a quanto ho scritto nel mio CV, me ne rammarico ma non ci posso fare nulla.
Purtroppo, caro Fabio, non tutti nasciamo intellettualmente molto dotati. Io sono senza ombra di dubbio molto meno intelligente e preparato di te. Quindi hai due soluzioni - O mi ignori o mi aiuti a capire.
A te la scelta, però l’insulto gratuito non è ammesso tra persone civili.
Premetto che in Cina YouTube è bloccato, saltuariamente ci si può accedere con le VPN. Tieni però presente che l’uso delle VPN è vietato. Ho provato a guardare i tuoi filmati ma non si riesce a capire cosa vi è all’interno della scatola metallica, o meglio io non sono riuscito a capirlo.
Rinnovo le domande e le amplio così da potere imparare da te.
Cosa c’è all’interno della scatola metallica? Amplificatore operazionale? Quanti? Di che tipo? In che configurazione? Quanto e' il guadagno complessivo? La risposta di frequenza? Come sono alimentati? Come sono state filtrate le alimentazioni? e i segnali? Che tecnica di montaggio hai usato? Come sono stati filtrati i segnali di ingresso e di uscita? Ho visto che hai usato una scatola che sembra di metallo, che materiale è? I segnali di ingresso e uscita come entrano ed escono dalla scatola? Hai usato connettori filtrati o singoli feedthrough? Se come penso hai usato i feedthrough di che tipo sono?
Sicuramente avere lo schema elettrico per uno con scarse conoscenze come le mie, certo aiuterebbe a capire, magari corredato di qualche foto.
Buon lavoro.
Claudio
--
Sono in dubbio... il fatto che NON SAI realizzare un circuito RIpensato da te - ma ispirato dai miei video - mi scoraggia.
Se rendo noto tutto mi precludo il brevetto, cui sto pensando.
c***@muzzini.org
2018-03-20 12:01:46 UTC
Permalink
Io il circuito saprei replicarlo con lo stesso difetto da te riscontrato. Poi saprei anche farlo correttamente con tutte le precauzioni per evitare le interfererenze a radiofrequenza.
Fatto ciò sarebbe evidente che l’etere NON esiste.

Sei caduto in un errore di interpretazione. Facilmente risolvibile con una manciata di componenti. Quello è successo a te succede spessissimo in laboratorio e tutti, più o meno sanno come risolvere il problema.

Anche se come si evince tu sei molto più intelligente e preparato di me anche a te può capitare di sbagliare e comunque non capisco perché mi devi offendere dandomi del bugiardo.

Un caro saluto.

--
m***@gmail.com
2018-03-20 12:18:37 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Io il circuito saprei replicarlo con lo stesso difetto da te riscontrato. Poi saprei anche farlo correttamente con tutte le precauzioni per evitare le interfererenze a radiofrequenza.
Fatto ciò sarebbe evidente che l’etere NON esiste.
Sei caduto in un errore di interpretazione. Facilmente risolvibile con una manciata di componenti. Quello è successo a te succede spessissimo in laboratorio e tutti, più o meno sanno come risolvere il problema.
Anche se come si evince tu sei molto più intelligente e preparato di me anche a te può capitare di sbagliare e comunque non capisco perché mi devi offendere dandomi del bugiardo.
Un caro saluto.
--
e allora fallo! E pubblica il risultato qui: saresti il primo!
Allora se non C'E' l'etere, come spieghi che il cellulare che emettre microonde viene demodulato anche da un impianto di BF?
m***@gmail.com
2018-03-20 12:19:10 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Io il circuito saprei replicarlo con lo stesso difetto da te riscontrato. Poi saprei anche farlo correttamente con tutte le precauzioni per evitare le interfererenze a radiofrequenza.
Fatto ciò sarebbe evidente che l’etere NON esiste.
Sei caduto in un errore di interpretazione. Facilmente risolvibile con una manciata di componenti. Quello è successo a te succede spessissimo in laboratorio e tutti, più o meno sanno come risolvere il problema.
Anche se come si evince tu sei molto più intelligente e preparato di me anche a te può capitare di sbagliare e comunque non capisco perché mi devi offendere dandomi del bugiardo.
Un caro saluto.
--
QUALE DIFETTO?
c***@muzzini.org
2018-03-20 12:41:38 UTC
Permalink
Il tuo circuito non è adeguatamente schermato e demodula, più o meno, l’ inviluppo del segnale a radio frequenza.

--
c***@muzzini.org
2018-03-20 12:56:30 UTC
Permalink
Te lo hanno detto già in tanti.

--
m***@gmail.com
2018-03-20 14:11:48 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Te lo hanno detto già in tanti.
--
Tutti, puoi ben dirlo! Allora replicalo, dai!

Ti regalerei una scatoletta, ma sarebe un'offesa ed un atto di scortesia ad uno colle tue referenze e tanti meriti. Peraltro in Cina!
ma ...mi viene un sospetto... Ti mandano loro???

Scaccio il cattivo pensiero e scusami anche per la sfiducia che ti dimostro.

Aspetto con impazienza la tua SMENTITA sperimentale. FILMATA. Qui.
c***@muzzini.org
2018-03-20 14:27:06 UTC
Permalink
Non ho capito nulla!
Cosa vuoi dire?

--
m***@gmail.com
2018-03-20 15:25:45 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Non ho capito nulla!
Cosa vuoi dire?
--
Ti invitavo a replicare. Il resto è humor. Sai cos'è?
c***@muzzini.org
2018-03-20 15:39:15 UTC
Permalink
Davvero è meglio che te ne fai una ragione, come ti hanno già detto tutti, è solamente il tuo circuito che subisce le interferenze del campo elettromagnetico generato dal telefonino. Non c’è l’etere, è che il tuo circuito non è fatto bene.

Non c’è nulla di male. In rete c’è tantissima documentazione al riguardo.

--
m***@gmail.com
2018-03-20 16:00:26 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Davvero è meglio che te ne fai una ragione, come ti hanno già detto tutti, è solamente il tuo circuito che subisce le interferenze del campo elettromagnetico generato dal telefonino. Non c’è l’etere, è che il tuo circuito non è fatto bene.
Non c’è nulla di male. In rete c’è tantissima documentazione al riguardo.
--
Ma lo fai o svincoli? Allora fai prte della combutta anti Poynting?
m***@gmail.com
2018-03-20 19:10:02 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Davvero è meglio che te ne fai una ragione, come ti hanno già detto tutti, è solamente il tuo circuito che subisce le interferenze del campo elettromagnetico generato dal telefonino. Non c’è l’etere, è che il tuo circuito non è fatto bene.
Non c’è nulla di male. In rete c’è tantissima documentazione al riguardo.
--
Ecco quanto volevi,https://www.scribd.com/document/374442525/Capacitance-Bridge-Used-for-Ae-Ther-s-Parameters-Measurement
c***@muzzini.org
2018-03-20 20:14:52 UTC
Permalink
Grazie, è già un inizio. Domani mattina lo leggerò con attenzione. Da una prima scorsa lo schema che metti è chiaramente di principio.
Sarebbe interessante sapere che misure sono state prese per evitare le RFI. Filtri, condensatori di bypass, feedthrough.
Chi alimenta loperazionale?
Il diavolo è nei dettagli.

Come tu mi insegni, se non opportunamente protetto l’amplificatore operazionale potrebbe demodulare il tuo segnale e falsarti la prova.

Ma sono certo, vista la tua lunga esperienza, che avrai sicuramente preso tutte le adeguate precauzioni. Siccome penso che c’è sempre da imparare mi piacerebbe capire da te, come hai affrontato e risolto i problemi di EMC.

Grazie.
Claudio

--
m***@gmail.com
2018-03-20 21:24:34 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Grazie, è già un inizio. Domani mattina lo leggerò con attenzione. Da una prima scorsa lo schema che metti è chiaramente di principio.
Sarebbe interessante sapere che misure sono state prese per evitare le RFI. Filtri, condensatori di bypass, feedthrough.
Chi alimenta loperazionale?
Il diavolo è nei dettagli.
Come tu mi insegni, se non opportunamente protetto l’amplificatore operazionale potrebbe demodulare il tuo segnale e falsarti la prova.
Ma sono certo, vista la tua lunga esperienza, che avrai sicuramente preso tutte le adeguate precauzioni. Siccome penso che c’è sempre da imparare mi piacerebbe capire da te, come hai affrontato e risolto i problemi di EMC.
Grazie.
Claudio
--
Anche te coll'operazionale che demodula... siete fantasiosi. Te e Franco. Senza sapermi spiegare come un operazionale che va a 1 MHz possa saturare con GHz...

Cos'è EMC? Perche parli nel TUO gergo? Credo vuoi dire induzioni varie. Io parlo chiaro. Intnt la scatol è metallica e scherma bene. Per vederlo stacco l'ingresso e irradio tutt'attorno con un'antennina una portante qualsiasi modulata. Che sono 1 Watt modulati da 1 Khz, e 2GHz 0,1 W sempre modulati.
Non esce nulla. Metto un capacità qualsiasi, anche pochi cm di coassiale aperto, e vedo la modulazione demodulata.

L'alimentazione te l'ho detto e ripeto: BATTERIE! Fugate con pasticche di 1 nF saldata direttamente fra massa e piedino 7, ed in parallelo ceramici da 0,1 microF. Irradiando sopra niente!

Ma se apro la scatola allora si. Demodula a tutto spiano.

Siccome sei nuovo qui, vedo, non hai visto quante precauzioni: anche l'uscita con fibra ottica per andare alloscillografo...

Ma quanta fatica ripetere sempre. E che noja e sconforto.
c***@muzzini.org
2018-03-20 22:09:14 UTC
Permalink
Non solo Franco ed io siamo fantasiosi,
ma lo sono anche i costruttori di Amplificatori Operazionali.

http://www.ti.com/lit/an/snoa497b/snoa497b.pdf
http://www.ti.com/lit/an/slyt660/slyt660.pdf
http://www.analog.com/media/en/training-seminars/tutorials/MT-096.pdf
https://www.intersil.com/content/dam/intersil/documents/an15/an1561.pdf

Se cerchi in internet scoprirai che ci sono centinaia di articoli al riguardo.

Scusami se ogni tanto uso sigle, ma, errore mio, avevo capito che eri un professionista dell’elettronica.

Se ho capito bene, tu affermi che un campo elettromagnetico cambia la capacità. Giusto?
Se fosse così è molto facile fare un esperimento senza usare Amplificatori operazionali.
Prova a fare un ponte di capacità tutte uguali e poi alimenti il ponte con una 50Hz a bassa tensione, isolata. Quindi vai sull’altro ramo del ponte a fare la misura di tensione con un voltmetro a lancetta, tipo ICE680R. Schermi il tutto tranne il condensatore di test. Provi a irradiare, con una frequenza non modulata e vedi se il ponte si squilibra.
Secondo la tua teoria cosa dovrebbe succedere?

--
m***@gmail.com
2018-03-21 05:06:23 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Non solo Franco ed io siamo fantasiosi,
ma lo sono anche i costruttori di Amplificatori Operazionali.
http://www.ti.com/lit/an/snoa497b/snoa497b.pdf
http://www.ti.com/lit/an/slyt660/slyt660.pdf
http://www.analog.com/media/en/training-seminars/tutorials/MT-096.pdf
https://www.intersil.com/content/dam/intersil/documents/an15/an1561.pdf
Se cerchi in internet scoprirai che ci sono centinaia di articoli al riguardo.
Scusami se ogni tanto uso sigle, ma, errore mio, avevo capito che eri un professionista dell’elettronica.
Se ho capito bene, tu affermi che un campo elettromagnetico cambia la capacità. Giusto?
Se fosse così è molto facile fare un esperimento senza usare Amplificatori operazionali.
Prova a fare un ponte di capacità tutte uguali e poi alimenti il ponte con una 50Hz a bassa tensione, isolata. Quindi vai sull’altro ramo del ponte a fare la misura di tensione con un voltmetro a lancetta, tipo ICE680R. Schermi il tutto tranne il condensatore di test. Provi a irradiare, con una frequenza non modulata e vedi se il ponte si squilibra.
Secondo la tua teoria cosa dovrebbe succedere?
--
Ma cambia di millesimi solo se investita dal Poynting. Il voltmetro a lancetta se lo scorda. Il capacimetro digitale irradiato impazzisce. L'unico modo è un ponte di Weatstone micro inscatolato. Come ho fatto.
c***@muzzini.org
2018-03-20 22:16:16 UTC
Permalink
Cosa succede se colleghi solo un pezzo di filo?
Comunque se mettevi le foto dell’interno della scatola molte domande non te le avrei poste.

Se non ha voglia di rispondere...nessuno ti obbliga.

--
m***@gmail.com
2018-03-21 05:24:52 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Cosa succede se colleghi solo un pezzo di filo?
Comunque se mettevi le foto dell’interno della scatola molte domande non te le avrei poste.
Se non ha voglia di rispondere...nessuno ti obbliga.
--
entra ronzio ma sente perchè ha una capacità
c***@muzzini.org
2018-03-21 06:23:00 UTC
Permalink
Post by m***@gmail.com
entra ronzio ma sente perchè ha una capacità
Tu neghi l'evidenza.

--
m***@gmail.com
2018-03-21 11:51:14 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Post by m***@gmail.com
entra ronzio ma sente perchè ha una capacità
Tu neghi l'evidenza.
--
sarebbe? Che la RF viene rivelata ? Addirittura 7 GHz? Da un operazionale di BF?
Passando attraverso un condensatore ceramico di 1 nF? Ho messo pure 100 KOhm in serie...

Ma come spieghi che una vecchia radio o un vecchio giradischi demodulino le microonde , TU ? Colla SATURAZIONE ?
c***@muzzini.org
2018-03-21 12:22:02 UTC
Permalink
Non io, lo spiega molto bene il costruttore dell’ operazionale che usi tu. Non credere neanche ad Analog Devices. Metti pure in dubbio gli articoli tecnici che ti ho mandato dove i costruttori spiegano il motivo.

Comunque io non ho capito lo schema che hai mandato. Per piacere me lo spieghi? Io credevo che volevi misurare la differenza di tensione tra il ramo con i condensatori ed il ramo con le resistenze. Ma nel tuo schema i due segnali vanno sulle stesso piedino dell’operazionale! Tranne che il partitore resistivo ci va attraverso un condensatore. Quindi è come se quel ramo non ci fosse. Sbaglio? Cosa misura quel circuito?
Ma perché non fai quelle due prove che ti ho consigliato? Hai paura del risultato?

--
m***@gmail.com
2018-03-21 14:13:15 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Non io, lo spiega molto bene il costruttore dell’ operazionale che usi tu. Non credere neanche ad Analog Devices. Metti pure in dubbio gli articoli tecnici che ti ho mandato dove i costruttori spiegano il motivo.
Comunque io non ho capito lo schema che hai mandato. Per piacere me lo spieghi? Io credevo che volevi misurare la differenza di tensione tra il ramo con i condensatori ed il ramo con le resistenze. Ma nel tuo schema i due segnali vanno sulle stesso piedino dell’operazionale! Tranne che il partitore resistivo ci va attraverso un condensatore. Quindi è come se quel ramo non ci fosse. Sbaglio? Cosa misura quel circuito?
Ma perché non fai quelle due prove che ti ho consigliato? Hai paura del risultato?
--
Paura di che? Perchè non capisci non ne ho idea.
Intanto FUNZIONA . Ed ora fattene uno e discuti con lui. O vuoi le foto? Ti mandero anche quelle, và. Una bella relazione come quella che ti ho inviato privatamente della quale nemmeno un commento hai dato... Ma devo vincere la pigrizia. Se no mi infiacchisco.
SPIEGO PER LA CENTESIMA VOLTA IL PRINCIPIO. La capacità soggetta all’irraggiamento aumenta ad ogni semiciclo della sinusoide per l’azione di P , che ricordo è un senquadro, dando luogo a degli impulsi positivi , che integrati poi dalla banda dell’operazionale di bassa frequenza danno luogo ad una continua.


Ma le cariche che copri??? Le hai lasciate per contestarmi?
c***@muzzini.org
2018-03-21 14:35:02 UTC
Permalink
Ma hai collegato i due rami del ponte allo stesso ingesso dell’amplificatore. Io non capisco come possa funzionare. Anziché pontificare , spiega ti che sai!
Quello che fa e che fa da demodulatore, così come spiegato dall AN delle case costruttrici.
Fai quei semplici circuiti che ti ho suggerito.
Non capisco perché non lo vuoi spiegare.
Fai quello che vuoi.

--
m***@gmail.com
2018-03-21 15:06:35 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Ma hai collegato i due rami del ponte allo stesso ingesso dell’amplificatore. Io non capisco come possa funzionare. Anziché pontificare , spiega ti che sai!
Quello che fa e che fa da demodulatore, così come spiegato dall AN delle case costruttrici.
Fai quei semplici circuiti che ti ho suggerito.
Non capisco perché non lo vuoi spiegare.
Fai quello che vuoi.
--
Non perdo altro tempo. Vado a fabbricarne uno da DONARE . Con accendino incluso e queste brevi note
https://www.scribd.com/document/374524506/Poynting-Spiega-Tutto
c***@muzzini.org
2018-03-21 02:46:44 UTC
Permalink
Post by m***@gmail.com
Ecco quanto volevi,https://www.scribd.com/document/374442525/Capacitance-Bridge-Used-for-Ae-Ther-s-Parameters-Measurement
Se ho capito bene la tua teoria ed il tuo schema, se i due condensatori sono sottoposti allo stesso campo elettrico, il tuo circuito non dovrebbe rivelare nulla. Giusto? Se si, prova a portare anche l'altro condensatore all'esterno della scatola e esegui ancora la prova con il telefonino.

Come mai non hai usato una configurazione differenziale per misurare la tensione tra il punto intermedio delle resistenze ed il punto intermedio dei condensatori?

Altra prova da fare, se hai voglia e tempo e' controllare con un misuratore di capacità' (LRC meter) se la pacita' di un condensatore varia quando e' esposto alla luce.
Esperimento da fare in 5 minuti.

Io fare cosi':
prendo una insalatiera e gli metto all'interno un vasetto di vetro trasparente.
Riempio entrambi di acqua salata, misuro la capacità' mettendo i terminali dello strumento nell'acqua salata - un terminale nell'insalatiera e un terminale nel vasetto.

Misuro la capacita' al buio e quindi la capacita' alla luce di una forte lampada e vedo se varia, secondo la tua teoria dovrebbe cambiare

Se hai tempo, mi paicerebbe capire questa frase che tu hai scritto:
<<(Remember that dielectric materials simply multiplies the vacuum’s coefficient.)>>

Grazie e buona sperimentazione

--
m***@gmail.com
2018-03-21 05:24:27 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Post by m***@gmail.com
Ecco quanto volevi,https://www.scribd.com/document/374442525/Capacitance-Bridge-Used-for-Ae-Ther-s-Parameters-Measurement
Se ho capito bene la tua teoria ed il tuo schema, se i due condensatori sono sottoposti allo stesso campo elettrico, il tuo circuito non dovrebbe rivelare nulla. Giusto? Se si, prova a portare anche l'altro condensatore all'esterno della scatola e esegui ancora la prova con il telefonino.
Già fatto.
Post by c***@muzzini.org
Come mai non hai usato una configurazione differenziale per misurare la tensione tra il punto intermedio delle resistenze ed il punto intermedio dei condensatori?
se mettevo resistenze direttamente fra più e meno e senza controreazione - operazionale a loop aperto , comparavo, la sensibilità aumentava ma andava subito in fuga.
Post by c***@muzzini.org
Altra prova da fare, se hai voglia e tempo e' controllare con un misuratore di capacità' (LRC meter) se la pacita' di un condensatore varia quando e' esposto alla luce.
La luce ... è un altro mondo rispetto la radio! La lunghezza d'onda è tale che non penetra nel condensatore. Cosa che le microonde fanno.
Post by c***@muzzini.org
Esperimento da fare in 5 minuti.
prendo una insalatiera e gli metto all'interno un vasetto di vetro trasparente.
Riempio entrambi di acqua salata, misuro la capacità' mettendo i terminali dello strumento nell'acqua salata - un terminale nell'insalatiera e un terminale nel vasetto.
Misuro la capacita' al buio e quindi la capacita' alla luce di una forte lampada e vedo se varia, secondo la tua teoria dovrebbe cambiare
Prendi in giro?
Post by c***@muzzini.org
<<(Remember that dielectric materials simply multiplies the vacuum’s coefficient.)>>
Quello che dico . Il vuoto ha coefficiente dielettrico assoluto, i dielettrici relativo. Fisica elementare...
c***@muzzini.org
2018-03-21 06:43:17 UTC
Permalink
Post by m***@gmail.com
Già fatto.
e con che risultato?
Post by m***@gmail.com
Post by c***@muzzini.org
Come mai non hai usato una configurazione differenziale per misurare la tensione tra il punto intermedio delle resistenze ed il punto intermedio dei condensatori?
se mettevo resistenze direttamente fra più e meno e senza controreazione - operazionale a loop aperto , comparavo, la sensibilità aumentava ma andava subito in fuga.
Cosa centra? Certo che devi usare la controreazione. Ho chiesto come mai hai usato quella strana configurazione anziché usare la configurazione differenziale.
Post by m***@gmail.com
Post by c***@muzzini.org
Altra prova da fare, se hai voglia e tempo e' controllare con un misuratore di capacità' (LRC meter) se la pacita' di un condensatore varia quando e' esposto alla luce.
La luce ... è un altro mondo rispetto la radio! La lunghezza d'onda è tale che non penetra nel condensatore. Cosa che le microonde fanno.
E' lo stesso mondo, ma devi usare un condensatore con armature e dielettrico trasparente. Come quello che ti ho spiegato io.
Post by m***@gmail.com
Post by c***@muzzini.org
Riempio entrambi di acqua salata, misuro la capacità' mettendo i terminali dello strumento nell'acqua salata - un terminale nell'insalatiera e un terminale nel vasetto.
Misuro la capacita' al buio e quindi la capacita' alla luce di una forte lampada e vedo se varia, secondo la tua teoria dovrebbe cambiare
Prendi in giro?
E perche' dovrei?
Post by m***@gmail.com
Post by c***@muzzini.org
<<(Remember that dielectric materials simply multiplies the vacuum’s coefficient.)>>
Quello che dico . Il vuoto ha coefficiente dielettrico assoluto, i dielettrici relativo. Fisica elementare...
Continuo a non capire cosa vuoi dire.
E' per una comodità' di uso che si usa la costante dielettrica relativa anziché assoluta.
http://www.youmath.it/domande-a-risposte/view/4896-costante-dielettrica-nel-vuoto.html
Come dici te: Fisica elementare..
Ma bisogna però' averla studiata

--
m***@gmail.com
2018-03-21 11:41:55 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Post by m***@gmail.com
Già fatto.
e con che risultato?
Post by m***@gmail.com
Post by c***@muzzini.org
Come mai non hai usato una configurazione differenziale per misurare la tensione tra il punto intermedio delle resistenze ed il punto intermedio dei condensatori?
se mettevo resistenze direttamente fra più e meno e senza controreazione - operazionale a loop aperto , comparavo, la sensibilità aumentava ma andava subito in fuga.
Cosa centra? Certo che devi usare la controreazione. Ho chiesto come mai hai usato quella strana configurazione anziché usare la configurazione differenziale.
Post by m***@gmail.com
Post by c***@muzzini.org
Altra prova da fare, se hai voglia e tempo e' controllare con un misuratore di capacità' (LRC meter) se la pacita' di un condensatore varia quando e' esposto alla luce.
La luce ... è un altro mondo rispetto la radio! La lunghezza d'onda è tale che non penetra nel condensatore. Cosa che le microonde fanno.
E' lo stesso mondo, ma devi usare un condensatore con armature e dielettrico trasparente. Come quello che ti ho spiegato io.
Post by m***@gmail.com
Post by c***@muzzini.org
Riempio entrambi di acqua salata, misuro la capacità' mettendo i terminali dello strumento nell'acqua salata - un terminale nell'insalatiera e un terminale nel vasetto.
Misuro la capacita' al buio e quindi la capacita' alla luce di una forte lampada e vedo se varia, secondo la tua teoria dovrebbe cambiare
Prendi in giro?
E perche' dovrei?
Post by m***@gmail.com
Post by c***@muzzini.org
<<(Remember that dielectric materials simply multiplies the vacuum’s coefficient.)>>
Quello che dico . Il vuoto ha coefficiente dielettrico assoluto, i dielettrici relativo. Fisica elementare...
Continuo a non capire cosa vuoi dire.
E' per una comodità' di uso che si usa la costante dielettrica relativa anziché assoluta.
http://www.youmath.it/domande-a-risposte/view/4896-costante-dielettrica-nel-vuoto.html
Come dici te: Fisica elementare..
Ma bisogna però' averla studiata
--
Vabbè ma il vuoto può contenere energia immensa. Ragionando sul vuoto Maxwell preconizzò l'esistenza delle radioonde.
Io la fisica l'ho studiato da solo per pura curiosità a 13 anni; (in seminario!). MA HO CAPITO egualmente
Bella i condensatori trasparenti...
E ignori volutamente ciò che filmo e scrivo. Non commenti la spiegazione matematica della forza di Poynting ... Eh, ma con tutte le cariche che vanti di avere perdi tempo con me? Non ci guadagni nulla!
SignalReceived@diesel
2018-03-21 19:59:05 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Post by m***@gmail.com
Già fatto.
e con che risultato?
Post by m***@gmail.com
Post by c***@muzzini.org
Come mai non hai usato una configurazione differenziale per misurare la tensione tra il punto intermedio delle resistenze ed il punto intermedio dei condensatori?
se mettevo resistenze direttamente fra più e meno e senza controreazione - operazionale a loop aperto , comparavo, la sensibilità aumentava ma andava subito in fuga.
Cosa centra? Certo che devi usare la controreazione. Ho chiesto come mai hai usato quella strana configurazione anziché usare la configurazione differenziale.
Post by m***@gmail.com
Post by c***@muzzini.org
Altra prova da fare, se hai voglia e tempo e' controllare con un misuratore di capacità' (LRC meter) se la pacita' di un condensatore varia quando e' esposto alla luce.
La luce ... è un altro mondo rispetto la radio! La lunghezza d'onda è tale che non penetra nel condensatore. Cosa che le microonde fanno.
E' lo stesso mondo, ma devi usare un condensatore con armature e dielettrico trasparente. Come quello che ti ho spiegato io.
Post by m***@gmail.com
Post by c***@muzzini.org
Riempio entrambi di acqua salata, misuro la capacità' mettendo i terminali dello strumento nell'acqua salata - un terminale nell'insalatiera e un terminale nel vasetto.
Misuro la capacita' al buio e quindi la capacita' alla luce di una forte lampada e vedo se varia, secondo la tua teoria dovrebbe cambiare
Prendi in giro?
E perche' dovrei?
Perchè gli vuoi smontare il giochino costruito con tanta fatica in 10 anni di studio?
I documenti dei costruttori di opamp da te proposti sono interessantissimi, ma credi
li abbia guardati? Certo che no, sono prodotti dal complotto anty-Poynting-Musca :-)))
Heaviside ha scritto la bibbia, la Verità, il resto a che serve?
Esistono condensatori sotto vetro in vuoto spinto, potrebbe usare quelli,
sono trasparenti. Ma la luce è un campo elettromagnetico? No, sì, boh
no non vale perchè ...

Buonanotte buonanotte fiorellino, buonanotte fra il telefono e il cielo, vorrei
averti vicino, e vicino non è ancora abbastanza.
Gli uccellini nel vento non si fanno mai male, hanno
ali più grandi di te, e dall'alba al tramoto sono soli nel sole,
buonanotte questa notte è per te ...

De Gregori un grande della musica italiana, 1975, com'ero giovane.
m***@gmail.com
2018-03-21 21:32:26 UTC
Permalink
Post by ***@diesel
Esistono condensatori sotto vetro in vuoto spinto, potrebbe usare quelli,
sono trasparenti. Ma la luce è un campo elettromagnetico? No, sì, boh
no non vale perchè ...
Dato che sai tutto perchè non provi te? Potrebbe essere la TUA SCOPERTA. O hai paura dell'esperimento?
Già, voialtri se non ci sono cospicui finanziamenti col cavolo che cercate nei vostri laboratori... eppure i cinesi vanno avanti a cercare il "thruster" .Certo non hai nemmeno aperto il pdf cinese. Se è vero che sei in Cina - cosa che credo e no - potresti fare un salto a vedere. Loro non lo chiamano etere ma lo stanno USANDO.
------------------------------------------------------------------------------

Allora te lo fai quel circuitino da due soldi? Avevi cominciato timidamente a chiedermi schemi, "layout" e BPM (? benzina?) ed ora...che c'hai tutto?
Ma le foto arrivano in Cina? Le ho sull'altro computer sennò te le mandavo subito.
Ci terrei ad avere una conferma o una smentita, ma COI FATTI.

Invece mi insulti privatamente! PERSA LA TESTA????

Una canzoncina di quand'eri giovane e chiusa lì?
m***@gmail.com
2018-03-21 22:04:15 UTC
Permalink
Il giorno mercoledì 21 marzo 2018 20:59:07 UTC+1, ***@diesel ha scritto:

PARLI COME LUI . Vi ho confusi. Bauscia milanesi entrambi.
Ecco cosa mi ha scritto il tuo sosia:

" Sei talmente arrogante e presuntuoso che non hai neanche capito quello che ti ho detto. Ti ho suggerito un metodo conosciuto da chiunque si occupi di alta tensione.Cerca water capacitor. Tu pensi di sapere tutto, ma sbagli tutto.
Studia quelle application note che ti ho mandato.
"
Io non mi sono mai occupato di alte tensioni. E quelle application notes , che già Franco mi inviò, NON MI PERSUADONO. Anche degli amplificatori a VALVOLE vengono disturbati, perciò quelle argomentazioni per i microchip NON VALGONO.

"Non pensare che hai fatto la scoperta del secolo.
Ho visto dal tuo schema che non hai la minima idea di come funziona un operazionale. Prova a simularlo con spice."

Io NON SIMULO! Esperimento sul banco! Ho fatto un corso interno Rai sugli operazionali: nel lontano 1970. Li ho messi in decine di apparati. Che funzionano .

"Da come dici che varia la capacità, qualsiasi millimetro analogico riesce a leggere quelle variazioni di tensione."

millimetro? volevi dire qualcosa che non conosci, ma evidentemente non hai mai avuto occasione di avere fra le mani un capacimetro. Io ho puntato sul ponte di Weatstone, ma i ponti sono apparati desueti, giganteschi . Oggi si usano i digitali. Ne ho uno, ma come avvicino la RF impazzisce. Ho dovuto farne uno schermato e miniaturizzato. Quello che NON CAPISCI. Tu, non capisci ma quello funziona egregiamente.
Ma dici a me
" Sei accecato dalla presunzione di avere fatto la scoperta del secolo."
Credo proprio di si, vista la vostra reazione...


C先森
Claudio / 克劳迪奥 Muzzini
IU2HFU
c***@muzzini.org
2018-03-22 01:18:10 UTC
Permalink
Post by ***@diesel
I documenti dei costruttori di opamp da te proposti sono interessantissimi, ma credi
li abbia guardati? Certo che no, sono prodotti dal complotto anty-Poynting-Musca :-)))
Ho capito. Aggiungo un'altra sigla oltre RFI, EMC, BOM - piu' adatta al tuo caso: TSO.
Post by ***@diesel
Buonanotte buonanotte fiorellino, buonanotte fra il telefono e il cielo, vorrei
averti vicino, e vicino non è ancora abbastanza.
Gli uccellini nel vento non si fanno mai male, hanno
ali più grandi di te, e dall'alba al tramoto sono soli nel sole,
buonanotte questa notte è per te ...
De Gregori un grande della musica italiana, 1975, com'ero giovane.
Bho!?!

--
m***@gmail.com
2018-03-22 02:40:25 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Post by ***@diesel
I documenti dei costruttori di opamp da te proposti sono interessantissimi, ma credi
li abbia guardati? Certo che no, sono prodotti dal complotto anty-Poynting-Musca :-)))
Ho capito. Aggiungo un'altra sigla oltre RFI, EMC, BOM - piu' adatta al tuo caso: TSO.
Devi aggiungere la FIVRE, le cui valvole che ancora funzionano SENTONO IL CELLULARE. Allora?
Ai miei FATTI rispondi alla BREZNJEV? Manicomio? Ti ho documentato ampiamente che I CONDENSTORI , non gli integrati, demodulano.
Se tu scrivi dalla Cina io da Singapore!
B A U S C I O N !!!
m***@gmail.com
2018-03-22 07:32:57 UTC
Permalink
Post by m***@gmail.com
Post by c***@muzzini.org
Post by ***@diesel
I documenti dei costruttori di opamp da te proposti sono interessantissimi, ma credi
li abbia guardati? Certo che no, sono prodotti dal complotto anty-Poynting-Musca :-)))
Ho capito. Aggiungo un'altra sigla oltre RFI, EMC, BOM - piu' adatta al tuo caso: TSO.
Devi aggiungere la FIVRE, le cui valvole che ancora funzionano SENTONO IL CELLULARE. Allora?
Ai miei FATTI rispondi alla BREZNJEV? Manicomio? Ti ho documentato ampiamente che I CONDENSTORI , non gli integrati, demodulano.
Se tu scrivi dalla Cina io da Singapore!
B A U S C I O N !!!
Come spieghi che un amplificatore a vecchie valvole (6L6) ed una vecchia radio a valvole (più moderne, miniatura) demodulano le chiamate in microonde?
Nei tuoi linck ci sono solo i microchip! Alla faccia...
<<<<<<<<<<<<<<< vecchia radio…
<<<<<<<<<<<<< cellulare su valvolare

Mi fai un bel TSO alla Breznjev ?
m***@gmail.com
2018-03-22 08:15:19 UTC
Permalink
Post by m***@gmail.com
Post by m***@gmail.com
Post by c***@muzzini.org
Post by ***@diesel
I documenti dei costruttori di opamp da te proposti sono interessantissimi, ma credi
li abbia guardati? Certo che no, sono prodotti dal complotto anty-Poynting-Musca :-)))
Ho capito. Aggiungo un'altra sigla oltre RFI, EMC, BOM - piu' adatta al tuo caso: TSO.
Devi aggiungere la FIVRE, le cui valvole che ancora funzionano SENTONO IL CELLULARE. Allora?
Ai miei FATTI rispondi alla BREZNJEV? Manicomio? Ti ho documentato ampiamente che I CONDENSTORI , non gli integrati, demodulano.
Se tu scrivi dalla Cina io da Singapore!
B A U S C I O N !!!
Come spieghi che un amplificatore a vecchie valvole (6L6) ed una vecchia radio a valvole (più moderne, miniatura) demodulano le chiamate in microonde?
Nei tuoi linck ci sono solo i microchip! Alla faccia...
http://youtu.be/-2t4_9Vnvrk <<<<<<<<<<<<<<< vecchia radio…
http://youtu.be/Nay3G9uOLc4 <<<<<<<<<<<<< cellulare su valvolare
Mi fai un bel TSO alla Breznjev ?
Ho cercato nell'altro computer le foto che avevi chieste, ma con tutta la roba che c'è non l'ho trovato. Ma ora vado e fotografo.
c***@muzzini.org
2018-03-22 09:06:44 UTC
Permalink
Post by m***@gmail.com
Ho cercato nell'altro computer le foto che avevi chieste, ma con tutta la roba che c'è non l'ho trovato. Ma ora vado e fotografo.
Se sono per me, non cercarle. Non mi interessano.

Tanto, poi se ti diamo suggerimenti...ci insulti, sinceramente ne faccio anche a meno dei tuoi insulti gratuiti.

Ti consiglio di leggere degli articoli tecnici, molto interessanti e dice che tutti i costruttori di circuiti integrati fanno parte di un complotto. Hahaha.

Ti ho consigliato di fare due prove, ti rifiuti di farle! e ogni volta mi insulti, chi me lo fa fare di darti una mano?

Comunque quello schema che mi hai mandato non c'entra nulla con il ponte di Wheatstone. Hai fatto almeno un paio di errori. Quel circuito funziona come amplificatore. Amplifica il segnale che c'e' sul connettore e non essendo filtrato fa il difetto che senti e vedi. Riprenditi i tuoi appunti del corso che hai fatto. Oltretutto hai usato un amplificatore a JFET.

Se non sei convinto che la luce sia un'onda elettromagnetica, fai l'esperimento con i condensatori alimentati a corrente alternata e poi usi un millivoltmetro in AC analogico, o al limite filtri molto bene e poi usi un buon oscilloscopio. L'altra volta anziché millivoltmetro ho scritto millimetro e sono stato insultato!

Il problema e' che non ammetti ragioni - non accetti critiche e se una persona critica i tuoi circuiti, tu li insulti.


Scusami, ma io ho altro da fare che farmi insultare da te.
Rimani convinto di avere fatto la scoperta del millennio. E non me ne può' fregare di meno se pensi che non sono in Cina!!

--
c***@muzzini.org
2018-03-22 09:42:10 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Comunque quello schema che mi hai mandato non c'entra nulla con il ponte di Wheatstone.
Poi mi dirai che anche TI fa part del complotto.
Comunque guarda come fanno

http://www.ti.com/lit/an/sloa034/sloa034.pdf


--
m***@gmail.com
2018-03-22 15:40:23 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Post by c***@muzzini.org
Comunque quello schema che mi hai mandato non c'entra nulla con il ponte di Wheatstone.
Poi mi dirai che anche TI fa part del complotto.
Comunque guarda come fanno
http://www.ti.com/lit/an/sloa034/sloa034.pdf
--
esattamente come ho fatto! Solo che tu non sai decifrare e non hai mai lavorato.
c***@muzzini.org
2018-03-23 02:14:34 UTC
Permalink
Sei un cafone, presuntuoso e ignorante

--
m***@gmail.com
2018-03-23 07:56:38 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Sei un cafone, presuntuoso e ignorante
--
Quanto alla mia persona che ambizioni vuoi che abbia alla vigilia della TOMBA?
Ma fin che vivo uso la ragione: se vecchi amplificatori a valvole demodulano le microonde NON PUò TENERE LA NON LINEARITà. I TUOI INGEGNERI QUINDI FANTASTICANO.

Io non sono come te: verifico sul banco di prova , non simulo al computer!

Allora vuoi foto e schema costruttivo? Così discuterai con il fenomeno e non con me. Il quale sta là, indifferente alle TEORIE strampalate senza l'etere.
Ah, ma i manager non sanno SALDARE...


"Homo humus, fama fumus, finis cinis" m'insegnarono in seminario...
c***@muzzini.org
2018-03-23 12:24:45 UTC
Permalink
Per fare cosa?
Tanto non accetteresti mai ne un consiglio ne una critica.
Non faresti mai le prove che potrebbero dimostrare che forse sbagli.
Sei troppo presuntuoso

--
Archaeopteryx
2018-03-23 13:49:49 UTC
Permalink
Per fare cosa? Tanto non accetteresti mai ne un
consiglio ne una critica. Non faresti mai le prove che
potrebbero dimostrare che forse sbagli. Sei troppo
presuntuoso
Scusa se mi impiccio e lungi da me dare consigli non
richiesti, ma possibile che non si veda da tempo che è una
persona che non intende ragione e si crede un genio? Tempo
perso a parlarci; sull'altro NG che infesta ci sono alcuni
utenti con ottima preparazione in elettronica e hanno
tentato di ragionarci quando non era chiaro che tipo
fosse. Fatica sprecata.

"Troverà" l'etere qualsiasi prova contraria gli si
fornisca; anche in un circuito perfettamente progettato e
costruito in quaranta gabbie di faraday una dentro l'altra
giustificherà in qualche modo il silenzio totale.

Lui ha già la risposta, cerca solo qualcuno che gliela
confermi, dell'esperimento di cui si riempie le dita della
tastiera non sa nemmeno cosa sia. Un esperimento può anche
dirci di "no" e la differenza tra lui e una persona
normale è che quest'ultima ne accetta il risultato ed è
pronta a rivedere le proprie convinzioni.
--
"Pompieri? Presto, venite, la mia casa sta bruciando"
"OK, quando ha avuto origine il fuoco?"
"Nel paleolitico, però sbrigatevi"
m***@gmail.com
2018-03-23 14:07:52 UTC
Permalink
Post by Archaeopteryx
Per fare cosa? Tanto non accetteresti mai ne un
consiglio ne una critica. Non faresti mai le prove che
potrebbero dimostrare che forse sbagli. Sei troppo
presuntuoso
Scusa se mi impiccio e lungi da me dare consigli non
richiesti, ma possibile che non si veda da tempo che è una
persona che non intende ragione e si crede un genio? Tempo
perso a parlarci; sull'altro NG che infesta ci sono alcuni
utenti con ottima preparazione in elettronica e hanno
tentato di ragionarci quando non era chiaro che tipo
fosse. Fatica sprecata.
"Troverà" l'etere qualsiasi prova contraria gli si
fornisca; anche in un circuito perfettamente progettato e
costruito in quaranta gabbie di faraday una dentro l'altra
giustificherà in qualche modo il silenzio totale.
Lui ha già la risposta, cerca solo qualcuno che gliela
confermi, dell'esperimento di cui si riempie le dita della
tastiera non sa nemmeno cosa sia. Un esperimento può anche
dirci di "no" e la differenza tra lui e una persona
normale è che quest'ultima ne accetta il risultato ed è
pronta a rivedere le proprie convinzioni.
--
"Pompieri? Presto, venite, la mia casa sta bruciando"
"OK, quando ha avuto origine il fuoco?"
"Nel paleolitico, però sbrigatevi"
Mancava lo psichiatra breznevjano... Ah , sai che facevano iniezioni dolorifiche e legavano al letto gli "eretici" per farli impazzire sul serio? Sentito da Sacharov nel 1960 quando tenne una conferenza a Milano. Era stato liberato con uno scambio di spie . E pensare che era comunista e scienziato, ma UMANO:aveva scoperto che centinaia di reclute dell'armata rossa erano morte per "scherzi" di caserma ed aveva DENUNCIATO PUBBLICAMENTE il fatto. Si trovò "ricoverato " con TSO nei manicomi della polizia politica. I Gulag li aveva chiusi Krusciov nel '60... Breznjev li sostituì con i manicomi.
Peccato che ancora non ci siamo, vero?

m***@gmail.com
2018-03-23 13:54:10 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Per fare cosa?
Tanto non accetteresti mai ne un consiglio ne una critica.
Non faresti mai le prove che potrebbero dimostrare che forse sbagli.
Sei troppo presuntuoso
--
M che me frega se sbaglio? Amen! Errare umanum est... Mi rendo conto punto e basta. Come per l'etere che precipta: ho cancellati tutti i video relativi.
Non so se ti ricordi. Forse sei nuovo qui...
Io quelle prove le feci anni fa. Non quella della luce perchè sto a quello che so fare.
Se tu guardassi la sfilza di video vedresti quante prove...
Sei tu che mi attribuisci la presunzione perchèmi mi suri col tuo braccio.

Senti, perchè un amplificatore a valvole demodula ? Potrei farti notare che se lo schermassi bene non demodulerebbe , ma se mettessi un condensatore fuori demodulerebbe. Ma purtroppo buttai via un centinaio di valvole quando traslocai, nel 1970.
m***@gmail.com
2018-03-22 15:35:25 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Post by m***@gmail.com
Ho cercato nell'altro computer le foto che avevi chieste, ma con tutta la roba che c'è non l'ho trovato. Ma ora vado e fotografo.
Se sono per me, non cercarle. Non mi interessano.
Tanto, poi se ti diamo suggerimenti...ci insulti, sinceramente ne faccio anche a meno dei tuoi insulti gratuiti.
Ti consiglio di leggere degli articoli tecnici, molto interessanti e dice che tutti i costruttori di circuiti integrati fanno parte di un complotto. Hahaha.
Ti ho consigliato di fare due prove, ti rifiuti di farle! e ogni volta mi insulti, chi me lo fa fare di darti una mano?
Comunque quello schema che mi hai mandato non c'entra nulla con il ponte di Wheatstone. Hai fatto almeno un paio di errori. Quel circuito funziona come amplificatore. Amplifica il segnale che c'e' sul connettore e non essendo filtrato fa il difetto che senti e vedi. Riprenditi i tuoi appunti del corso che hai fatto. Oltretutto hai usato un amplificatore a JFET.
Se non sei convinto che la luce sia un'onda elettromagnetica, fai l'esperimento con i condensatori alimentati a corrente alternata e poi usi un millivoltmetro in AC analogico, o al limite filtri molto bene e poi usi un buon oscilloscopio. L'altra volta anziché millivoltmetro ho scritto millimetro e sono stato insultato!
Il problema e' che non ammetti ragioni - non accetti critiche e se una persona critica i tuoi circuiti, tu li insulti.
Scusami, ma io ho altro da fare che farmi insultare da te.
Rimani convinto di avere fatto la scoperta del millennio. E non me ne può' fregare di meno se pensi che non sono in Cina!!
--
E che del fenomeno REALE te ne fotte. Dicevi che volevi farne una replica, ed io credevo che ne fossi capace... Macchè: sai solo correggere i compiti (forse).
Ora ho pronta la foto (2 ore di lavoro) ma la manderò a qualcuno meno snob ma che sa fare.
m***@gmail.com
2018-03-22 15:42:48 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Post by m***@gmail.com
Ho cercato nell'altro computer le foto che avevi chieste, ma con tutta la roba che c'è non l'ho trovato. Ma ora vado e fotografo.
Se sono per me, non cercarle. Non mi interessano.
Tanto, poi se ti diamo suggerimenti...ci insulti, sinceramente ne faccio anche a meno dei tuoi insulti gratuiti.
Ti consiglio di leggere degli articoli tecnici, molto interessanti e dice che tutti i costruttori di circuiti integrati fanno parte di un complotto. Hahaha.
Ti ho consigliato di fare due prove, ti rifiuti di farle! e ogni volta mi insulti, chi me lo fa fare di darti una mano?
Comunque quello schema che mi hai mandato non c'entra nulla con il ponte di Wheatstone. Hai fatto almeno un paio di errori. Quel circuito funziona come amplificatore. Amplifica il segnale che c'e' sul connettore e non essendo filtrato fa il difetto che senti e vedi. Riprenditi i tuoi appunti del corso che hai fatto. Oltretutto hai usato un amplificatore a JFET.
Se non sei convinto che la luce sia un'onda elettromagnetica, fai l'esperimento con i condensatori alimentati a corrente alternata e poi usi un millivoltmetro in AC analogico, o al limite filtri molto bene e poi usi un buon oscilloscopio. L'altra volta anziché millivoltmetro ho scritto millimetro e sono stato insultato!
Il problema e' che non ammetti ragioni - non accetti critiche e se una persona critica i tuoi circuiti, tu li insulti.
Scusami, ma io ho altro da fare che farmi insultare da te.
Rimani convinto di avere fatto la scoperta del millennio. E non me ne può' fregare di meno se pensi che non sono in Cina!!
--
E GLISSI SULLE VALVOLE . Furbo eh?
m***@gmail.com
2018-03-21 22:55:51 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Se ho capito bene la tua teoria ed il tuo schema, se i due condensatori sono sottoposti allo stesso campo elettrico, il tuo circuito non dovrebbe rivelare nulla. Giusto? Se si, prova a portare anche l'altro condensatore all'esterno della scatola e esegui ancora la prova con il telefonino.
Esatto. Inizialmente erano tutti e due esterni: irradiandoli entrambi e spostando l'antenna si vede l'effetto . Nullo a metà, impulsi positivo o negativo se a destra o a sinistra. Li irradiavo con un'antenna circolare addattata e la portante era a 110 MHz modulata ad impulsi di 1 KHz del 10% del ciclo .

m***@gmail.com
2018-03-21 23:07:29 UTC
Permalink
Per i curiosi riassumo gli ultimi esperimenti in ordine cronologico

<<<<<<<<<<<<<<<< Yes! aether’s parameters change
<<<<<<<<<<<<<<<< permittance sensor
<<<<<<<< ricevitore parametrico a condensatori.
<<<<<<<<<<< prototipo permittenzimetro Mosca
<<<<<<<<<<<<<<<< permittance detection surely
<<<<<<<<< attenuation with distance means thath…
<<<<<<<<<<<<< comparazione distanze
<<<<<<<<<<<<< distanza con amplificatore.
<<<<<<<<<<<< proprio i parametri variano
<<<<<<<<<<< materia trasparente all’etere
<<<<<<<<<<<<<<< Thomson ‘s hypt confirmed
<<<<<<<<<<< permeabilità
<<<<<<<<<<< parameters changed by Poynting
<<<<<<<<<<<<<< parametric demodulation
<<<<<<<<<< suono demodulato parametricamente
<<<<demodulation by Poynting’s force on aether’s parameters
http://youtu.be/Sb5SXAPKcGY <<<<<<< cumulazione del Poynting e direttività.
http://youtu.be/6VuVQT3UIuE << cortocircuito e doppia fila CENSURATO ! GOOGLE , ALLORA QUESTO…
http://youtu.be/6VuVQT3UIuE
http://youtu.be/6VuVQT3UIuE
<<<<<<<<<<< directivity of capacitors array
m***@gmail.com
2018-03-20 12:12:05 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Mi hai risposto in privato dicendo che non credi a quanto ho scritto nel mio CV, me ne rammarico ma non ci posso fare nulla.
Non credo perchè se fosse vero mi avresti facilmente replicato. Io sto ai fatti , le parole non contano per me...
Post by c***@muzzini.org
Purtroppo, caro Fabio, non tutti nasciamo intellettualmente molto dotati. Io sono senza ombra di dubbio molto meno intelligente e preparato di te.
Io sono un asino, quindi testardo. Quel video c'ho impiegti dieci anni di solitaria sperimentazione per arrivarci. Ti ho mandato anche un pdf che lo documenta. Allora stavo cercando l'etere cogli interfermetri elettromagnetici ma degli strani disturbi mi hanno incuriosito, e, studiandoli, sono pervenuto alla riscoperta e rilettura di Poynting.
Post by c***@muzzini.org
Quindi hai due soluzioni - O mi ignori o mi aiuti a capire.
A te la scelta, però l’insulto gratuito non è ammesso tra persone civili.
...>
Post by c***@muzzini.org
Rinnovo le domande e le amplio così da potere imparare da te.
Cosa c’è all’interno della scatola metallica? Amplificatore operazionale? Quanti? Di che tipo? In che configurazione?
Se guardi i miei video trovi foto e risposta.
Post by c***@muzzini.org
Quanto e' il guadagno complessivo? La risposta di frequenza?
E' quella dell'OP17 con guadagno 100 seguito da un LM741 con altri 100 di guadagno. Banda 10 KHz.
Post by c***@muzzini.org
Come sono alimentati? Come sono state filtrate le alimentazioni? e i segnali?
Il segnale d'ingresso arriva al piedino 3 attraverso un passante da 1 nF . Un altro passante ha la massa sul +. Costituisce un ponte capacitivo. Il Poynting agisce sul condenstore esterno. E' alimentato con 4 pile da 1,5 Volt.
Post by c***@muzzini.org
Che tecnica di montaggio hai usato?
All'aria, come si usa(va)
Post by c***@muzzini.org
Come sono stati filtrati i segnali di ingresso e di uscita? Ho visto che hai usato una scatola che sembra di metallo, che materiale è?
Una scatola di TABACCO. Di latta
Post by c***@muzzini.org
I segnali di ingresso e uscita come entrano ed escono dalla scatola?
Coi PIN.
Post by c***@muzzini.org
Hai usato connettori filtrati o singoli feedthrough? Se come penso hai usato i feedthrough di che tipo sono?
All'ingresso basta un condensatore irradiato. Si altera la capacità col flusso di Poynting, sempre in aumento. Quindi si squilibra il ponte e si ottiene un impulso che amplificato illumina un LED.
Post by c***@muzzini.org
Sicuramente avere lo schema elettrico per uno con scarse conoscenze come le mie, certo aiuterebbe a capire, magari corredato di qualche foto.
Scarse conoscenze con quel curriculm vitae???

Questo dimostra che non hai visti i filmati...Ahimè in Cina youtube non c'è, come dici. Ora capisco...
m***@gmail.com
2018-03-19 08:44:47 UTC
Permalink
Post by d***@gmail.com
Post by c***@muzzini.org
Ho capito.
non credo che tu abbia capito :-)
meglio se lo lasci perdere. hanno provato in tanti
a cercare di capire quello che vuole dire e fare, ma
lui prima o poi manda tutti a quel paese e non cerca
per niente di spiegare quello che fa.
poi pero' si lamenta che nessuno lo ascolta, che tutti
lo mettono nel killfile, che tutti sono sordi.
il fatto e' che lui quasi sicuramente non ha capito
nulla di quello che sta facendo e pensa di avere
ribaltato la fisica come un calzino.
meglio se dedichi il tuo tempo ad altre letture.
https://www.scribd.com/document/329916332/Poynting-s-Theorem-explaines-cell-s-buzz
m***@gmail.com
2018-03-19 21:09:58 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Ho capito. Non sai calcolare quello che ti ho chiesto.
No! Nessuno lo sa.
Post by c***@muzzini.org
Non hai lo schema ne la lista dei componenti.
Tu non guardi i filmati: li c'è tutto.
Post by c***@muzzini.org
Affermi che hai 60 anni di esperienza in elettronica e non sai cosa è un layout ed una BOM. Bah...
No! Io facevo prototipi singoli di apparati inesistenti in commercio.
Post by c***@muzzini.org
Non dai dettagli e non fai le prove che ti si consiglia di fare.
Prove cervellotiche che dimostrano che non sai nulla del fenomeno ...
Post by c***@muzzini.org
Io sono sicuro che sei semplicemente caduto in un banale problema di interferenza elettromagnetica, facilmente dimostrabile e risolvibile se una ha alcune elementari nozioni di elettronica.
Se hai ragione te, perché non riesci a demodulare Radio Maria o la RAI?
Se in FM è impossibile. Se in AM vicino l'antenna si.
Da questo deduco molto...
m***@gmail.com
2018-03-18 18:30:09 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Proprio perché l’ho studiata che non mi torna quello che dici!
Scrivi una formula che metta in relazione la tensione ai capi del condensatore in funzione della campo elettrico.
--
P = E X H

I campi sono variabili sinusoidalmente ed in fase perciò
P = E (sen ωt) H (sen ωt ) = EH 〖sen〗^(2 ) ωt
La forza è positiva ed agisce sul medium , secondo Heaviside e tutti i fisici dell’Ottocento.
c***@muzzini.org
2018-03-18 20:26:07 UTC
Permalink
Per avere ai capi di un condensatore la tensione di 1 V in che campo elettromagnetico devo immergerlo?
Se ti mancano qualche dato, ponili te, ma dai un risultato numerico.
Trasmettitore P=
Antenna G=
Distanza L=
Caratteristiche del condensatore


--
SignalReceived@diesel
2018-03-18 21:20:01 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Per avere ai capi di un condensatore la tensione di 1 V in che campo elettromagnetico devo immergerlo?
Se ti mancano qualche dato, ponili te, ma dai un risultato numerico.
Trasmettitore P=
Antenna G=
Distanza L=
Caratteristiche del condensatore
Penso che aspetterai un pezzo!
Io ho già provato da tempo a tirarci fuori qualcosa, ma mancano proprio
le premesse.
Comunque, in bocca al lupo ;-)
c***@muzzini.org
2018-03-18 22:56:49 UTC
Permalink
Sono d’accordo con te.
Qualche citazione in meno in latino e qualche feedtrought in più YouTube eviterebbe di comperare un sacco si Hard Disk.

Gli mancano le basi...di tutto.

--
m***@gmail.com
2018-03-19 02:31:12 UTC
Permalink
Post by c***@muzzini.org
Sono d’accordo con te.
Qualche citazione in meno in latino e qualche feedtrought in più YouTube eviterebbe di comperare un sacco si Hard Disk.
Gli mancano le basi...di tutto.
--
Bravi entrambi. Fate voi. Addio "bauscie".
m***@gmail.com
2018-03-13 14:43:25 UTC
Permalink
Post by Giorgio_84
Anche ε*μ =1/(c quadro) deve rimanere costante nel vuoto. Il che
implica in 2 passaggi matematici che singolarmente ognuno rimane costante.
Chi te lo dice? Poynting dice col suo prodotto vettoriale che E x H genera una forza , oggi detta vettore. Esercitata neccessariamente su qualcosa.
Io dimostro sperimentalmente che si esercita SUI PARAMETRI DELL'ETERE. Quindi il c aumenta istantaneamente un +dc ogni semiperiodo dell'onda. Molto piccola, ma c'è ed oggi è misurabile...
Continua a leggere su narkive:
Loading...